Lombardia, sale l’indice di contagio: pronta una nuova chiusura
Lombardia, sale l’indice di contagio: pronta una nuova chiusura

Lombardia, sale l’indice di contagio: pronta una nuova chiusura

Nuovo rialzo dell’indice di contagio in Lombardia: se dovesse continuare a crescere potrebbe esserci uno stop alla fase 2 con una nuova chiusura

Con il fiato sospeso: la prima settimana della seconda Fase 2 in Lombardia sta dando dati poco incoraggianti. E’ la Regione più a rischio in questo momento e l’indice di contagio fa suonare un campanello di allarme. E’ salito da 0,60 a 0,86 a Milano, vicino a quel famoso 1 oltre il quale scatterebbero nuove chiusure.

Che la Lombardia fosse la maggiore criticità di questa fase 2 era chiaro già prima delle riaperture: ancora oggi è da lì che arrivano oltre il 50% dei nuovi positivi in Italia. Se dovesse aumentare ulteriormente l’indice di contagio, ecco che Regione o Governo potrebbero procedere con nuove chiusure. Un passo indietro per evitare che la pandemia prenda nuovamente piede dopo che, grazie a due mesi di lockdown, si era riusciti a ridurre la diffusione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Fase 2, da lunedì 18 maggio si alle visite agli amici: tutte le novità

Lombardia, sale l’indice di contagio: le Regioni si preparano al 3 giugno

attilio fontana
Attilio Fontana © Getty Images

I parametri della Regione Lombardia sono tenuti sotto stretta osservazione. Il Governo ha anticipato che il 3 giugno saranno possibili viaggi interregionali ma alcune regioni potrebbero essere escluse. Proprio ieri il ministro per gli affari regionali Francesco Boccia ha spiegato che la riapertura tra due settimane è già prevista ma sarà fatta in base all’indice di contagio. Regioni a rischio resteranno chiuse: oltre alla Lombardia, sono sotto osservazione anche Umbria e Molise. L’ultimo rilevamento per tutte e tre dava un rischio moderato, ma se in questi giorni la situazione dovesse peggiorare la riapertura per loro sarebbe rinviata. Un punto verrà fatto oggi con i dati relativi all’ultima settimana, anche se per la decisione relativa al 3 giugno occorrerà aspettare venerdì 29 maggio: saranno quei dati a dire chi potrà fare un ulteriore passo verso la normalità e chi, invece, dovrà fare un passo indietro.

LEGGI ANCHE >>> Navigli pieni | Galli lancia l’allarme: “Milano è una bomba”