Recovery fund, 750 miliardi di euro per l’Italia: come saranno spesi

Il Recovery fund sarà un ingente piano di ripresa dell’Unione Europea. Si parla infatti di investimenti mirati a settori importanti per l’Europa.

L’Unione Europea ha già in mente come spendere i fondi messi a disposizione per la ripresa post Covid 19. Si parla di circa 750 miliardi di euro, i quali verrebbero spesi per migliorare i settori in cui l’Unione punta ad essere leader. Il Recovery fund, questo è il nome del piano, permetterà investimenti eco-friendly a difesa dell’ambiente e nella digitalizzazione. Non solo questo è presente nel piano, infatti si parla anche di infrastrutture sanitarie e laboratori, e con essi anche ricerca e innovazione in ambito medico. I soldi aiuteranno anche altri campi come lo sviluppo agricolo, la cultura e la ripresa del turismo. Possibile anche che il piano del premier Conte che propone che ogni paese presenti all’Unione un piano di ripresa, con le relative priorità e i finanziamenti necessari da parte della Ue.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Recovery Plan, il messaggio di Conte: i piani del Governo

Recovery fund, dal verde alla disoccupazione: come saranno spesi i soldi

Gualtieri e Conte recovery fund
Gualtieri e Conte (Getty Images)

La Ue ha piani ben precisi per il Recovery fund, infatti la Commissione Von der Leyen ha delineato le linee guida del piano di ripresa. Dei 750 miliardi a disposizione 500 miliardi saranno a fondo perduto, mentre i 250 miliardi rimanenti saranno un prestito con il fine di finanziare programmi europei. La prima parte dei soldi consiste nel Recovery and resilience facility che mira ad aiutare i paesi più colpiti dalla pandemia.

Ma la Ue presenta anche tre ulteriori piani, ognuno pensato per un motivo particolare. Il primo, chiamato React-Eu, mira a ridurre la disoccupazione giovanile e l’impatto delle misure di risposta. Il secondo, detto Solvency support instrument, punta a fornire risorse per le aziende maggiormente colpite dalla pandemia, in linea con le direttive Ue. Il piano InvestEu avrà ulteriori 15 miliardi di fondi, infine lo Strategic investment facility avrà il compito di generare miliardi di euro dagli investimenti sulla transizione verde e su quella digitale. Il terzo, Eu4Health, sarà il piano di rafforzamento sanitario con il fine di finanziare lo sviluppo e la crescita delle strutture mediche. Inoltre questo piano servirà a prevenire e a prevedere nuove pandemie o infezioni su larga scala, così da sviluppare più velocemente nuovi vaccini. I soldi restanti saranno concessi ai piani rescEU, Horizon Europe e l’aiuto umanitario.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Coronavirus, arrivano i test sierologici gratuiti. Le parole di Conte