Formula 1, UFFICIALE: le prime 8 gare del calendario
Formula 1, UFFICIALE: le prime 8 gare del calendario

Formula 1, UFFICIALE: le prime 8 gare del calendario

La Formula 1 riparte: sono state ufficializzate le prime 8 gare del calendario del mondiale 2020, c’è anche Monza

Ora è ufficiale: il 5 luglio riparte la Formula 1 con il Gran Premio di Austria, la prima delle 8 gare della prima parte di calendario. La Fia ha reso noto l’elenco delle corse che ci saranno tra luglio e settembre, un vero e proprio tour de force per recuperare il tempo perso. Doppio appuntamento in Austria, poi l’Ungheria e ancora un doppio appuntamento a Silverstone. Spagna, Belgio e Monza completeranno l’ottavolante che vedrà in due mesi i piloti e le scuderie affrontarsi per otto volte.

Questo il calendario: 

Austria: 5 luglio e 13 luglio

Ungheria: 19 luglio

Regno Unito: 2 agosto e 9 agosto

Spagna: 16 agosto

Belgio: 30 agosto

Italia: 6 settembre

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Charles Leclerc gira un cortometraggio a Montecarlo: la data di uscita

Formula 1, il calendario della ripartenza: dubbi sulle gare fuori Europa

formula 1 hamilton leclerc
Hamilton e Leclerc (Getty Images)

Il calendario della Formula 1 reso noto oggi è soltanto una prima bozza. Otto le gare in programma in attesa di capire come proseguirà la stagione. L’obiettivo dichiarato è di arrivare a 15-18 gare totali e anche di aprire le gare al pubblico nei mesi successivi alla ripartenza. I dubbi riguardano soprattutto le corse fuori dall’Europa.

Nel caso in cui si decidesse per un Mondiale soltanto nel Vecchio Continente tornerebbe di attualità la possibilità di un secondo Gran Premio in Italia. In questo caso, oltre ad un bis di Monza, ci sarebbero le ipotesi Imola (dove la Formula 1 è di casa) o Mugello. Novità sono attese – come scritto nel comunicato – nelle prossime settimane, ma intanto c’è il calendario con le prime 8 gare e l’aria della pista che torna a farsi sentire. La novità è rappresentata dal doppio impegno sulla stessa pista e c’è chi – come Chris Horner, capo della Red Bull – propone l’inversione della griglia per evitare il rischio di gare fotocopia e sperimentare una soluzione per ravvivare le corse.

LEGGI ANCHE >>> Sainz, le prime parole da ferrarista: boom sui social