Ferrara, bambino di 6 anni precipita dal terzo piano: gravi le condizioni
Ferrara, bambino di 6 anni precipita dal terzo piano: gravi le condizioni

Ferrara, bambino di 6 anni precipita dal terzo piano: gravi le condizioni

A Ferrara, precisamente a Santa Maria Codifiume, un bambino di appena sei anni si è arrampicato sul davanzale del bagno ed è precipitato al suolo.

Sono gravissime le condizioni di un bambino di sei anni che, in provincia di Ferrara, precisamente a Santa Maria Codifiume, (frazione emiliana di 2.5000 abitanti), nella giornata odierna è entrato nel bagno di casa, si è arrampicato sul davanzale e, perdendo quasi sicuramente l’equilibrio, si è schiantato al suolo. Il volo del piccolo è avvenuto dal terzo piano. I soccorsi sono arrivati prontamente sul posto e il piccolo è stato trasportato immediatamente all’ospedale di Bologna, dov’è in stretta osservazione, in gravi condizioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Grave incendio a Messina: distrutti ettari di terreno ed abitazioni in pericolo

Ferrara, la caduta del bambino dal terzo piano: disattenzioni e pericolo

ferrara bambino
ambulanza in soccorso (getty imaes)

Purtroppo, come spesso accade in queste situazioni, il bambino non era solo in casa. Un purtroppo che rimanda alla solita e banalissima frase “si poteva salvare se solo…”. Nell’abitazione, nel momento in cui il piccolo non si rendeva conto del rischio che stava per prendere, c’erano la mamma e altri quattro figli. Purtroppo (un altro ancora) nessuno di loro si è accorto dello spostamento del bambino da una camera all’altra e del pericoloso gesto compiuto poco prima dello schianto. Sono attimi di distrazioni, che spesso non riusciamo a controllare, altrimenti saremmo delle macchine. Resta il fatto che, con dei bambini dentro casa, l’attenzione deve essere spesso raddoppiata, altrimenti continueremo ad assistere a fatti di questo genere. Il piccolo, ricordiamo, è stato trasportato all’ospedale di Bologna in elicottero e versa in gravi condizioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Alex Zanardi di nuovo in sala operatoria: altra operazione al cervello