Vincenzo De Luca furioso: all’attacco su Facebook

Vincenzo De Luca scatenato su Facebook: nel dare aggiornamenti sulla situazione in Campania del coronavirus, denuncia episodi di rilassamento eccessivo e lancia un monito

Vincenzo De Luca scatenato più che mai. Il governatore non ha perso lo smalto dei primi mesi della pandemia ed ha colpito ancora. Stavolta attraverso un post scritto su Facebook circa l’andamento dell’epidemia da Covid-19 in Campania. Lo sceriffo ha svelato come la situazione a Mondragone, nei palazzi ex-Cirio sia sotto controllo, con tanto di focolaio neutralizzato. Domani potrebbe essere il giorno giusto per togliere la zona rossa nel comune del casertano dopo aver isolato gli ultimi 17 casi rilevati attraverso 450 tamponi effettuati.

De Luca, però, si è anche scagliato contro i controlli, giudicati insufficienti. Il governatore ha raccontato di un episodio accaduto proprio nei giorni scorsi. Un cittadino campano è tornato in Italia dagli Stati Uniti ma era positivo al coronavirus; ebbene questo non gli ha impedito di viaggiare in aereo, treno ed autobus senza ricevere alcun controllo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Risulta positivo al coronavirus e se ne infischia: manager veneto in rianimazione

Vincenzo De Luca all’attacco: denuncia pochi controlli sugli ingressi in Italia

Vincenzo De Luca all'attacco
Vincenzo De Luca

De Luca nel lunghissimo post, ha voluto porre accento ed attenzione anche sui braccianti agricoli e sulle badanti provenienti dall’Est Europa. lo sceriffo chiede maggior rigore nei controlli, considerato anche come queste persone abbiano viaggiato in “assoluta promiscuità a bordo di pullman, senza nessun controllo efficace”. Ha chiesto, quindi, anche ai medici di famiglia di prestare massima attenzione ad ogni più minima avvisaglia. Chiusura, poi con un monito circa un rilassamento che potrebbe scatenare una seconda ondata a settembre perfino, in concomitanza con l’inizio delle scuole. Una situazione davvero da scongiurare.

In Campania, intanto, 27 i nuovi positivi oggi, per un focolaio scoppiato in Irpinia. Possibile che anche quella zona venga dichiarata zona rossa nelle prossime ore.