Sequestra e violenta la matrigna: arrestato un uomo di 50 anni

Prima sequestra la matrigna, poi la violenta e infine la minaccia di morte: a Frosinone un uomo di 50 anni è stato arrestato dai carabinieri del posto.

Una storia cruda e di violenza allo stesso tempo. Siamo nel Lazio, esattamente a Frosinone. Un uomo di 50 anni è stato arrestati dai carabinieri del posto con l’accusa di sequestro e violenza sessuale nei confronti della propria matrigna. Il fatto è accaduto ad Alvito, piccolo come nel frusinate con appena 2600 abitanti. Tutto è partito da una segnalazione a causa di una liti familiare. Quando le forze armate hanno fatto irruzione in casa si son trovati dinanzi agli occhi qualcosa di molto più grande di una semplice lite domestica. L’uomo teneva in mano una pistola: sotto tiro c’era la donna e i due figli di vent’anni. La chiamata era partita proprio da loro che, con un gesto improvvisato e coraggioso, erano riusciti a mettersi in contatto con i carabinieri del posto. Il criminale, una volta aperto la porta di casa, continuava ad urlare alla donna che l’avrebbe uccisa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Manuel Bortuzzo: pena ridotta per i due aggressori

Uomo di 50 anni arrestato: prima la violenta e poi la sequestra

sequestra violenta matrigna uomo arrestato pisola
Detenzione illegale d’arma da fuoco da parte dell’uomo arrestato (Getty Images)

La terribile vicenda non è finita qui (e nemmeno, purtroppo, iniziata in questo terribile modo). Nel corso della giornata la donna, dopo essere già stata minacciata di morte, aveva denunciato l’uomo in questione dichiarando di essere stata sequestrata e violentata. Dunque non un episodio singolare, ma il ripetersi di gesta da parte di un vero e proprio criminale. I due si conoscevano da molto tempo: lei era la terza moglie del padre dell’uomo. Dopo la morte di quest’ultimo aveva iniziato una relazione col figliastro, finita per i ripetuti comportamenti violenti. Secondo quanto riportano le primi indagini, lo stupro ai danni della povera donna è avvenuto tra il 20 e il 22 di luglio. Orma l’uomo è dietro le sbarre, in attesa del processo per i reati sopra citati, più l’aggiunta di detenzione illegale d’arma da fuoco.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Portogruaro, donna di 59 anni morta in un incendio: fermato un marocchino