Coronavirus, Sgarbi organizza il convegno di “negazionisti”. E’ show di Salvini

Sgarbi ha organizzato un convegno per ribellarsi alle limitazioni imposte dal governo sul fronte coronavirus. Tra i protagonisti spicca Salvini, autore di un vero e proprio show

Si è trasformato in un vero e proprio show l’evento “Covid-19 tra informazione, scienza e diritto” organizzato in Senato dal critico d’arte Vittorio Sgarbi, a cui hanno partecipato medici e ricercatori per portare avanti la loro tesi, ovvero che il coronavirus in Italia non c’è più. Come ribadito da Vittorio Sgarbi, lo scopo del convegno era quello di portare un “manifesto della verità”. “C’è bisogno di un comitato scientifico alternativo e altrettanto valido, in modo tale da tracciare un ritorno alla normalità senza mascherine e regole”. Queste le parole del senatore, il quale ha evidenziato il fatto che il governo tedesco ha emanato un rapporto del governo tedesco che definisce il coronavirus come falso allarme a livello globale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Bonus auto 2020, quando si può chiedere e a quanto ammonta

Convegno Sgarbi, Salvini: “Io la mascherina non la metto”

matteo salvini
Matteo Salvini (Getty Images)

Al convegno organizzato da Vittorio Sgarbi era presente anche il leader della Lega Matteo Salvini, che si è reso protagonista di un vero e proprio show. L’ex ministro degli Esteri infatti, nonostante i richiami si è rifiutato di indossare la mascherina. “Io la mascherina non la ho e non la metto” – ha detto il leader leghista – rifiutandosi di indossarla anche dopo che gli è stata portata da un collaboratore. “Mi sono rifiutato di salutare con il gomito – ha proseguito Salvini -, se uno mi porge la mano io ricambio, mi autodenuncio. I bollettini di contagio sono vero e proprio terrorismo mediatico. La libertà di pensiero è il primo bene a rischio, c’è chi ha un opinione diversa dalla massa.”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Migranti sbarcano a Lampedusa con barboncino: sembravano vacanzieri