È morto Kansai Yamamoto, lo stilista aveva curato l’alter ego David Bowie

È morto Kansai Yamamoto, lo stilista giapponese che aveva curato l’alter ego di David Bowie, Ziggy Stardust. Aveva 76 anni

Addio a Kansai Yamamoto, il grande stilista giapponese ci ha lasciati a settantasei anni. Nello scorso mese di marzo aveva scoperto di essere malato di leucemia e in questi mesi, mentre nel mondo scoppiava la pandemia, lui portava avanti la sua battaglia personale che purtroppo non è riuscito a vincere. Sarà ricordato nel mondo della moda per il suo stile che molti definivano futuristico con dettagli esuberanti e motivi eccentrici. Uno stile il suo che aveva anche superato le distinzioni di genere dell’abbigliamento.

La notizia della morte è stata data dalla sorella che ha scritto sui social di aver lasciato questo mondo in pace, circondato dalle persone care perché lui “non era solo l’anima elettrica ed energica che il mondo conosceva, ma anche una persona premurosa, gentile ed affettuosa”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vaccino Coronavirus: quando arriva e quanto costerà

Nel 1971 la collezione omonima, poi i premi e il superamento della differenza di genere

Kansai Yamamoto
Kansai Yamamoto (Getty Images)

Quando Yamamoto era ragazzino non aveva mostrato la passione per la moda che si è risvegliata in lui successivamente, quando aveva vent’anni. Fu a quell’età che decise di studiare fashion system, poi nel 1971 il suo primo grande passo: una collezione omonima che gli diede notorietà in tutto il mondo. Dopo la grande svolta: David Bowie si rivolse a lui per vestire Ziggy Stardust, il suo alter ego. Vinse il premio Tokio Fashion Editors, collaborò con Louis Vuitton, ma sarà ricordato per essere uno dei primi a superare la distinzione di genere tra uomo e donna.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sei volte al Pronto Soccorso con un tumore, i medici: “Non è nulla”