Scudetti Juventus, i bianconeri espongono il 38. Furia Moratti

Scudetti Juventus: continua la polemica. Ormai da nove anni a questa parte puntualmente torna attuale la discussione sul numero di tricolori dei bianconeri. Allo Stadium campeggia il 38.

Gli strascichi di Calciopoli forse non finiranno veramente mai. Da nove anni a questa parte infatti torna, puntualmente, sempre attuale la polemica riguardo il numero di scudetti della Juventus. La sinfonia in fondo è sempre la stessa: la Lega Calcio tiene fede ai numeri ufficiali, quindi considera 36 i tricolori vinti dai bianconeri. Dall’altra parte c’è la società campione d’Italia che legittima i due titoli revocati nell’estate del 2006, conquistati sul campo, portando il conteggio a 38. Allo Stadium da ieri campeggia il mega adesivo con il 38 e lo scudetto tricolore: affissione lecita considerando che lo stadio è di proprietà bianconera. Come ogni anno, però, arrivano le critiche da parte dell’altra “sponda” calcistica, quella anti juventina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Scudetti Juventus, La Russa stuzzica

Scudetti Juventus, Moratti risponde ai bianconeri

Come prevedibile non ci ha messo molto la società a cambiare l’affissione allo Stadium, con il 38 che ora campeggia sul tunnel nel quale entrano i bus delle squadre. Un rito che si ripete ormai da 9 anni a questa parte e al quale ancora in molti storcono il naso. Tra questi Massimo Moratti, il presidente di quell’Inter che si vide assegnato uno dei due scudetti sottratti alla Juve da calciopoli. In un’intervista al Corriere Moratti ha infatti ammesso: “Allo Stadium si sono distratti. Mi sa che dovevano scrivere 36, alle volte bisogna avere un po’ più di memoria”. Una frecciata poi a Andrea Agnelli, che Moratti considera suo amico, riferendosi proprio al periodo calciopoli: “Al suo posto non sarei orgoglioso di quel periodo storico...”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, il bollettino italiano di oggi