FIFA 21, eliminate dal videogioco due esultanze controverse

Su FIFA 21 non sarà più possibile vedere due esultanze che tendono a esacerbare gli animi della community.

EA Sports, produttore del popolare videogioco di calcio FIFA, ha fatto sapere che nella prossima versione del gioco mancheranno due esultanze sgradite a molti membri della community. L’azienda ha preso atto del fatto che quel tipo di festeggiamento dopo un gol era spesso utilizzato dai giocatori online per irridere l’avversario e rendere “tossico” l’ambiente. Per evitare il ripresentarsi di questa condizione ha quindi deciso di eliminare completamente le due esultanze in questione su FIFA 21.

La scelta di EA Sports rientra in una serie di decisioni tese a minimizzare il rischio di alimentare atteggiamenti di odio e disprezzo durante le sessioni di videogioco online. Nel caso di una delle due esultanze è tra l’altro il giocatore a deciderne la durata. Può quindi prolungare il tempo di scherno dell’avversario creando nervosismo e tensione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Mistero Ferrari, Binotto non è più dt: cambio di ruolo nella scuderia

Le due esultanze eliminate in FIFA 21

esultanza shhh fifa 21
(B/R Football/YouTube) (EA Sports)

Un’esultanza che non sarà presente su FIFA 21 è il gesto fatto dal giocatore portandosi il dito indice davanti alla bocca come per zittire l’avversario. In inglese è sintetizzato con l’espressione “shush”, dal verbo onomatopeico utilizzato per definire questo movimento. In FIFA non è inusuale vedere giocatori utilizzarlo insistentemente per celebrare un gol, passeggiando per tutto il campo.

L’altra esultanza eliminata su FIFA 21 è il cosiddetto “A-OK”, il segno famoso per la challenge lanciata due anni fa dal giocatore del Tottenham Dele Alli. È un “ok” particolare, fatto con la mano in modo da creare un cerchio attorno all’occhio e contemporaneamente poggiare il dorso di quella stessa mano sulla fronte.

La motivazione per cui EA Sports ha deciso di eliminare questa seconda esultanza non è del tutto chiara. Secondo una delle ipotesi che circolano su Internet quel gesto è stato recentemente accostato ai gruppi di estrema destra negli Stati Uniti.