Mauro Corona, intervista shock: “Sono alcolista, ho pensato al suicidio”

Mauro Corona ha annunciato il suo ritiro dalla televisione in un’intervista a Repubblica.

Mauro Corona lascerà Cartabianca, il programma condotto da Bianca Berlinguer su Rai 3. L’annuncio arriva a sorpresa in un’intervista rilasciata dallo scrittore trentino al quotidiano Repubblica. L’uomo ha dichiarato di poter fare a meno della televisione, ma che parteciperà alla prossima stagione del programma per non violare il contratto con la Rai. Corona sostiene di non avere più nulla da dire e di sentirsi come una foglia di fico nel vuoto. Lo scrittore, che ha da poco compiuto 70 anni, ha poi fatto una riflessione sull’importanza che viene data alla notorietà e alla fama nella società. Dalla fama infatti derivano soldi e successo, due delle cose più ricercate dalle persone secondo lo scrittore.

LEGGI ANCHE >>> Incendio in una scuola elementare a Treviso, bruciato il tetto

Mauro Corona, dichiarazioni shock: “Ho pensato di impiccarmi”

mauro corona
Mauro Corona in occasione del suo 70esimo compleanno (Facebook)

L’intervista a Mauro Corona tocca anche alcune tematiche decisamente personali. L’uomo ha infatti dichiarato di avere dei problemi di alcolismo che lo portano ad allontanarsi dalle persone che gli stanno vicino. Lo scrittore ha parlato di questa sua dipendenza come di qualcosa che distrugge i suoi rapporti personali. Corona ha anche dichiarato di aver paura di non riuscire a smettere di bere, e chiede a chi lo ascolta di essere diverso da lui. La sua dipendenza dall’alcool lo ha anche portato ad avere tendenze suicide: nell’intervista infatti ha rivelato di avere pensato più volte di impiccarsi, ma di non averlo fatto per non fare del male a chi gli sta vicino. Dopo un percorso di analisi interiore lo scrittore ha imparato ad abbracciare il suo dolore e a rispettarlo. In chiusura dell’intervista ha ammesso di essere diventato famoso principalmente per il senso di rivalsa che questo gli ha dato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus in Spagna, il governo chiude le discoteche