Tensione sopra il Mar Nero: caccia russo affianca aereo italiano

Un aereo da guerra russo ha affiancato un aereo della Marina Militare italiana nei cieli sopra il Mar Nero.

Il Ministero della Difesa russo ha annunciato che un aereo da guerra, precisamente un Su-27, ha affiancato un aereo da perlustrazione italiano sopra il Mar Nero. La procedura è partita quando i radar russi hanno rintracciato un aereo che si avvicinava ai confini della Federazione Russa. Il caccia ha quindi ricevuto l’ordine di decollare immediatamente per verificare la situazione. Una volta affiancato l’aereo i russi ne hanno accertato l’identità: si trattava di un Atlantic, un velivolo da pattugliamento della Marina Militare italiana. Il caccia russo ha quindi intimato al pattugliatore di allontanarsi dal confine russo e ha fatto ritorno alla base. Il ministero della Difesa italiano però ha pubblicato una nota di risposta a quella russa, sostenendo che l’esercito italiano non usa più velivoli Atlantic da anni.

LEGGI ANCHE >>> Nuova stretta del Governo: chiuse tutte le discoteche

Caccia russo contro aereo italiano, i precedenti

aereo caccia russo
Aerei da caccia F16 della NATO (Getty Images)

Le tensioni ai confini dello spazio aereo russo sono ormai all’ordine del giorno. Infatti sia gli aerei della Federazione Russa che quelli dei paesi NATO pattugliano costantemente il confine del paese. Nelle scorse settimane la situazione si è presentata al contrario: alcuni F-35 italiani hanno infatti intercettato un velivolo russo sopra l’Islanda, intimandogli di allontanarsi. La situazione sopra il Mar Nero è diventata critica dopo l’annessione della Crimea da parte della Russia. La situazione con l’Ucraina non è mai stata completamente risolta, per cui le flotte aeree dei due schieramenti si scontrano frequentemente durante le operazioni di polizia aerea. Gli scontri più frequenti sono quelli tra la flotta russa e quella americana.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bollettino coronavirus del 16 agosto: i contagi tornano a scendere