Prezzo guanti monouso alle stelle: la motivazione

L’emergenza legata al Covid non ha influito solamente sul prezzo delle mascherine, ma anche su quello dei guanti monouso. Costi elevati per i clienti: l’appello alla “moderazione”.

Assieme alle mascherine e ai gel disinfettanti i guanti monouso sono tra i prodotto più utilizzati, e quindi commercializzati, negli ultimi mesi caratterizzati dall’emergenza legata al Covid. Per questo in molti ne hanno approfittato per aumentare alle stelle il prezzo dei guanti che, quando reperibili (e non sempre disponibili), sono decisamente costosi. Il lockdown è terminato da circa tre mesi, dopo altrettanti passati in casa, e proprio durante la quarantena i guanti monouso furono tra i prodotti più richiesti dalla clientela, ma l’offerta non era adeguata. Ora si sta ricreando una situazione molto simile e, anche per questo, il prezzo dei guanti è schizzato alle stelle. Il tutto, per di più, a scapito di chi questo prodotto lo deve usare per lavoro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, caos in Sardegna: 450 turisti bloccati 

Prezzo guanti monouso in aumento: c’è l’appello

Cone fa sapere Michela Franceschini, direttrice della Fondazione Stella Maris di San Miniato (Pisa), prima della pandemia una confezione da 100 guanti costava al massimo 3 euro. Ora, invece, data l’elevata richiesta un pacco può arrivare a costare tra i 12 e i 15 euro. Davvero troppo, considerando che ci sono categorie di lavoratori che con i guanti monouso ci lavora quotidianamente e spesso una confezione non basta per coprire l’intera giornata. L’appello della direttrice della Fondazione è rivolto alle istituzioni, chiamate a calmierare il prezzo di questo prodotto ed evitare che ci possano essere speculazioni economiche sulle confezioni di guanti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, i numeri dell’ultimo bollettino italiano