Alpinisti morti in Valle D’Aosta, recuperati due corpi

Alpinisti morti in Valle D’Aosta: sono stati recuperati due corpi, un uomo e una donna, precipitati per centinaia di metri dalla cresta del Rothorn

Alpinisti morti in Valle D’Aosta: sono stati recuperati i corpi di un uomo e di una donna, precipitati per centinaia di metri dalla cresta del Rothorn, a 3150 metri, in Val d’Ayas.

L’allarme era scattato ieri sera alle 21 circa ed è stato dato dai parenti quando i due non erano ancora tornati. L’ultima volta sono stati visti alle ore 13. Le ricerche sono andate avanti per tutta la notte, poi stamane c’è stato il ritrovamento grazie all’avvistamento di un elicottero per il soccorso alpino.

Le vittime erano entrambe del posto. Lui aveva 39 anni ed era esperto di montagna lei, invece, 36 anni, era originaria di Milano.

Secondo le prime informazioni, quando è avvenuto l’incidente erano legati in conserva quindi è possibile che uno dei due sia caduto trascinando l’altro a valle con sé.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Avvelenamento Navalny, colpo di scena: annullato il trasferimento in Germania

Alpinisti morti in Valle D’Aosta, indagini affidate alla GdF

 

Le ricerche dei due alpinisti dispersi, partiti ieri mattina da Champoluc, sono andate avanti per tutta la notte via terra. Solo in mattina con la luce del giorno un elicottero è riuscito a individuare i due, purtroppo senza vita.

La caduta sarebbe avvenuta precisamente al confine tra Ayas e Gressoney, sulla cresta del Rothorn.

Le indagini sono state affidate alla Guardia di Finanza di Cervinia, chiamata a fare luce sulle cause e sulla dinamica dell’incidente. Probabilmente i due sono morti sul colpo, ma sarà l’autopsia attesa per i prossimi giorni a fare chiarezza anche su questo punto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, record negativo in Argentina: continua la crisi per l’America Latina