Inter, parla Moratti: “Zhang vuole trattenere Conte. Messi? Un sogno”

L’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti ha parlato della società ai microfoni di Radio Punto Nuovo.

Sono ore decisive per il futuro dell’Inter: l’allenatore Antonio Conte infatti incontrerà il presidente Steven Zhang per definire la situazione per la prossima stagione. I giornalisti di Radio Punto Nuovo hanno pensato di fare qualche domanda ad uno che di Inter se ne intende: l’ex patron Massimo Moratti. Durante la chiacchierata l’uomo, presidente della società fino al 2013, ha parlato della situazione tra Conte e la dirigenza. Moratti è convinto che Zhang voglia trattenere Conte all’Inter almeno per un altro anno, per portare avanti un progetto che porti la squadra alla vittoria. I due imprenditori infatti si sentono abbastanza spesso. L’ex patron crede anche che l’Inter ormai sia pronta a vincere di nuovo: la squadra infatti non vince un titolo nazionale dalla Coppa Italia della stagione 2010-2011. Un titolo europeo invece manca dalla vittoria in Champions League del 2010.

LEGGI ANCHE >>> Ballando con le stelle, due casi di coronavirus nel cast: programma sospeso

Moratti: Messi? Un sogno per l’Inter

inter moratti messi
Lionel Messi nel 2019 contro l’Arsenal (Getty Images)

L’intervista tra l’ex patron dell’Inter Massimo Moratti e i giornalisti di Radio Punto Nuovo ha toccato anche un altro punto caldo per la società. Molti infatti sono convinti che l’Inter stia trattando l’acquisto di Lionel Messi, che potrebbe lasciare il Barcellona dopo 16 anni con il club catalano. Secondo l’imprenditore milanese questo potrebbe essere l’anno giusto per acquistare un giocatore di questa portata. Si tratta però di un investimento davvero importante, per cui è necessario che il club nerazzurro faccia una grande riflessione sul futuro della squadra. Il vero rimpianto di calciomercato per Moratti è il mancato acquisto di Eric Cantona nel 1995, durante la sua prima presidenza nerazzurra. L’acquisto non andò a buon fine poiché Cantona, durante un match contro il Crystal Palace, prese a calci un tifoso che lo aveva provocato con il saluto fascista.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus USA, nuovo focolaio dopo un matrimonio: 56 casi, una vittima