Juventus su Messi, il piano per la super coppia con Ronaldo

La Juventus è pronta a piombare su Lionel Messi: chieste informazioni al padre della Pulce, in casa bianconera si sogna il tandem con Cristiano Ronaldo

La Juventus ha messo nel mirino Lionel Messi. La notizia arriva dalla Francia, da L’Equipe che svela dell’interesse dei bianconeri nei confronti della Pulce. Più di un’interesse a dire il vero, perché i bianconeri avrebbero già chiesto informazioni al padre del calciatore. Sondato il terreno dunque perché l’intenzione di Agnelli, Nedved e Paratici è affiancare a Cristiano Ronaldo proprio Messi; in pratica 11 Palloni d’Oro in attacco, un tandem mostruoso per arrivare alla Champions League, tanto desiderata e vero e proprio incubo negli ultimi 20 anni. I due, rivali da oltre un decennio, unirebbero le forze per portare a Torino la Coppa dalle grandi orecchie.

Non solo la Juve, però, sul calciatore. In Italia anche Zhang pensa all’argentino per la sua Inter ma la concorrenza spietata arriva da City e Psg, i due club super ricchi. Il Manchester, tra l’altro, può contare su Guardiola, legato da grande amicizia a Leo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato, svolta Messi: il padre in città per chiudere

Juventus su Messi: le difficoltà dell’operazione

Juventus su Messi, il piano per la super coppia con Ronaldo
Lionel Messi (Getty Images)

Portare Messi a Torino, però, è tutt’altro che semplice. Si tratta infatti di un’operazione estremamente onerosa, decisamente troppo per le casse non certo floride dei bianconeri. Non è un mistero di come la Juve, nell’inverno del 2019, sia stata costretta ad emettere dei bond straordinari, mentre non più tardi di un anno fa fu chiamata alla ricapitalizzazione. La Vecchia Signora, tra l’altro, in questa sessione di mercato è riuscita a salvare il bilancio quasi per il rotto della cuffia generando 160 milioni di plusvalenze, necessarie per non finire nel mirino del Fair Play Finanziario. Messi a Barcellona guadagna circa 30 milioni di euro netti, stessa cifra – pressapoco – di Ronaldo. Mettere a bilancio un altro stipendio di questa caratura, nonostante le agevolazioni derivanti dal Decreto Crescita (tassazione agevolata per chi risiedeva all’estero) sarebbe difficile da sopportare per chiunque, considerato anche il fatturato inferiore ai 500 milioni nell’ultimo anno dei bianconeri.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Ibrahimovic anticipa il Milan e si auto annuncia: niente numero 9