“Non ce n’è Coviddi”: Angela Chianello diventa influencer

Covid- Angela Chianello, la donna divenuta virale per il video di “Non ce n’è Coviddi”, riscuote il suo successo su Instagram e “diventa” influencer.

Diventare famosi grazie al Covid. E non per meriti in campo medico. Al tempo dei social network e della vitalità digitale può succedere anche questo. È capitato a Angela Chianello, la donna divenuta involontariamente famosa per il video in cui pronuncia una frase divenuta celebre negli ultimi tempi. Quel “Non ce n’è Coviddi” che sulle piattaforme social ha spopolato grazie a decine di migliaia di condivisioni. Ed ecco che, per poche parole e nel giusto periodo storico, si riesce a diventare famosi cavalcando il sentimento popolare. In poche settimane Angela Chianello ha superato i 100 mila follower su Instagram, divenendo una vera celebrità e influencer.

Un risultato figlio dei tempi in cui viviamo, in cui la meritocrazia non viene premiata e in cui è il sentimento popolare a farla da padrone, innalzando a nuovi idoli personaggi che in altri tempi non avrebbero avuto un’eco così grande da poter sfruttare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Covid, i dati dell’ultimo bollettino italiano 

Angela Chianello real: l’account della signora “Non ce n’è Coviddi”

non ce nè coviddi Angela chianello
Logo Instagram (Getty Images)

La Chianello ha aperto solo da poche ore il suo nuovo profilo Instagram e ha già raccolto oltre 110 mila follower, diventando a tutti gli effetti una nuova quanto improvvisata influencer. Nella bio la Chianello si descrive come mamma a tempo pieno, senza nessun riferimento (e ci mancherebbe altro) al video che l’ha resa famosa in tutta Italia, dove minimizzava gli effetti del Covid dichiarando che nella spiaggia di Mondello, e in tutta Palermo, il virus non ci fosse più. “Poi a settembre ci chiudiamo di nuovo in casa” aveva confessato con fin troppa leggerezza.

Tutto ciò, alla fine, l’ha resa (forse) inconsapevolmente famosa e celebre. Ma la “colpa”, se così vogliamo dire, non è certamente la sua. Nell’era dei social network succede (anche) questo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bollettino Covid, i numeri sono gonfiati?