Problemi durante il sonno? I sintomi di cui soffri

I problemi durante il sonno possono essere fastidiosi e causa di altri sintomi. Alla scoperta delle situazioni che possono crearlo

cervello umano
cervello umano (Getty Images)

L’insonnia ma anche i problemi generici durante il sonno sono una delle fonti di maggiore stress per gli uomini e le donne. Dormire poco e male, infatti, non permette all’organismo di riposarsi adeguatamente, con evidenti conseguenze nel corso della giornata.

Il malumore su tutto, ma anche uno stato di vero e proprio nervosismo, che aumenta a dismisura fino a creare un pericoloso vortice per la persona affetta da questi problemi. D’altronde dormire poco rende il corpo anche più vulnerabile alla malattie.

Non proprio la migliore delle notizie in tempo di pandemia da Covid-19. Non è certo un mistero, però, che la dose giusta di riposo equivale ad otto ore consecutive, possibilmente senza interruzioni, tantomeno sveglie nel cuore della notte.

Gli incubi, però, non sono certo programmabili. Uno di questi è la caduta nel vuoto, ossessiva e ripetuta nel tempo che provoca un risveglio brusco con tanto di ansia nella persona. E non importa la caduta del vuoto in che modo possa arrivare.

In un precipizio, da una montagna o semplicemente guidando l’auto. Questo evento denota due tipologie di sintomi, sebbene la medicina e la psicologia hanno per anni dibattuto sul tema senza trovare un punto di incontro, se non recentemente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Quante ore bisogna dormire? La tabella definitiva divisa per età

Problemi nel sonno: due le strade possibili

esame cervello
esame cervello (Getty Images)

La caduta nel vuoto ha portato gli esperti ha delimitare a due i possibili sintomi che ne scaturirebbe. Si tratta di sintomatologie quasi opposte, considerato come da un lavo vi sia l’eccesso di potere e dall’altro l’insicurezza.

L’ambizione, a volte, fa brutti scherzi, anche al cervello. Da qui si parte per analizzare più da vicino l’eccesso di potere come sintomo dell’incubo di cadere nel vuoto. La mente volta talmente in alto da volersi quasi staccare da terra per raggiungere mete e vette inesplorate.

La ricerca dell’infinito ed oltre alla base di questo stato di malessere, con l’eccesso di leadership a tirare un brutto scherzo alla persona, a quel punto affetta da vere e proprie crisi notturne.

L’eccesso di potere, certo, ma anche l’insicurezza provoca decisamente brutti scherzi. Questa situazione si acuisce nella prima fase del sonno; il cervello, a riposo, fa una sorta di backup della giornata, analizzando i dati e le situazioni vissute durante il giorno trascorso.

Una disegno del cervello
Una disegno del cervello (Getty Images)

Ed è in questa fase che, se la nostra mente evidenzia stati di insicurezza o ansia, le trasmette all’intero corpo durante il primo sonno, inglobando nelle reazioni anche i sistemi muscolare e nervoso.