Massimo Boldi chiama Mattarella: “Questo è terrorismo”. Social impietosi

Tra le tante voci. più o meno di spicco, che negli ultimi mesi hanno attaccato il Governo ci mancava effettivamente quella di Massimo Boldi. L’attore si appella a Mattarella.

Massimo Boldi
Massimo Boldi (Getty Images)

Solo ieri mattina il premier Giuseppe Conte ha firmato il nuovo DPCM con il quale si dà un’ulteriore stretta alle norme per contrastare la diffusione del Covid. Niente partite di calcetto o di qualsiasi altro sport di contatto a livello amatoriale, limitazioni ulteriori specialmente per bar e locali che fanno il servizio “in piedi” e bevande alcoliche vietate dopo un’ora prefissata. Regole che, come prevedibile, hanno provocato “rivolte” sia sui social che nei dibattiti televisivi, con persone più o meno esperte in materia.

Di fronte all’ipotesi di un nuovo lockdown, meno vincolante di quello che abbiamo passato in primavera ma comunque limitante, in molti stanno alzando la voce; nonostante Giuseppe Conte abbia dichiarato che si farà tutto il possibile per evitare tale procedura. In Francia, intanto, il presidente Macron ha annunciato che da sabato e per le prossime 4 settimane in 9 città del Paese (compresa Parigi) vigerà il coprifuoco dalle 21 alle 6 di mattina. A dimostrazione di come, alla fine, qui da noi siamo ancora in possesso di libertà di cui molti si professano privati.

In tutto questo marasma arriva anche la voce di Massimo Boldi, che con toni catastrofici e quasi apocalittici si appella al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Massimo Boldi a Mattarella: “Eliminare le mele marce”

primo giorno scuola mattarella
Il presidente Sergio Mattarella (Wikimedia Commons)

In un lungo post pubblicato su Facebook l’attore milanese si rivolge direttamente a Sergio Mattarella, chiedendo al numero uno dello Stato di intervenire direttamente in questa vicenda. Cipollino sulla sua pagina chiede che vengano eliminate le “mele marce” per salvare la situazione attuale e quella futura. Boldi invoca lo stop del terrorismo mediatico, esordendo nel suo post con una frase piuttosto enigmatica: “In tempo di guerra nel nostro Paese la gente si riuniva nelle cantine per sfuggire alla morte. Oggi i Governi con la scusa della pandemia fanno esattamente il contrario”.

Ospedale (Getty Images)

Che, secondo Boldi, dovremo riunirci nuovamente in cantina per sfuggire al virus?
Tra i commenti non sono mancate le critiche, come quelle di persone che lavorando in ospedale invitano l’attore a farsi qualche giro nelle terapie intensive.

POTREBBE INTERESSARTI — > Francia, nuovo lockdown