Antonio Ricci ricoverato: il papà di Striscia la Notizia in pericolo

Antonio Ricci è risultato positivo al tampone anti Covid. Il creatore di Striscia la Notizia è ricoverato in ospedale: le sue condizioni di salute.

Getty Images

Si allunga la lista dei personaggi famosi che sono risultati positivi al Covid. L’ultimo nome che si aggiunge a questo non invidiabile elenco è quello di Antonio Ricci. Il papà di Striscia la Notizia è stato ricoverato nelle ultime ore in un ospedale in provincia di Savona e verrà costantemente monitorato dall’equipe medica di riferimento. Stando alle prime indiscrezioni comunque l’autore e regista non sarebbe in condizioni critiche, ma è stato optato per il ricovero data soprattutto la sua età: 70 anni.

Antonio Ricci è stato comunque ricoverato più per prudenza e precauzione per le sue effettive condizioni di salute. La notizia è stata confermata dalla famiglia del creatore di Striscia la Notizia: il programma comunque continuerà ad andare regolarmente in onda.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Covid, i numeri dell’ultimo bollettino

Antonio Ricci positivo al Covid: ricoverato ad Albenga

vaccino
Covid-19 (Fonte GettyImages)

La famiglia, nell’annunciare il ricovero di Antonio Ricci, ha anche sostenuto di avere “piena fiducia nell’operato della equipe che lo ha in cura“.  È quindi quello del creatore di Striscia l’ultimo caso di positiva di personaggi celebri al Covid.

Il Coronavirus intanto, numeri e dati alla mano, continua a far preoccupare. Ieri quasi 11 mila nuovi contagi (a fronte di un numero record di tamponi) e un ulteriore aumento dei pazienti in terapia intensiva. Allarmano in particolar modo la Lombardia e la Campania, mentre questa sera è atteso un nuovo intervento del premier Giuseppe Conte che annuncerà l’entrata in vigore di un nuovo DPCM, con nome ancor più stringenti rispetto a quelle fissate solamente pochi giorni fa.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte (Getty Images)

Si prevede una nuova stretta sugli sport amatoriali e dilettantistici, rimangono in bilico le palestre e le piscine. Non dovrebbero abbassare le serrande ristoranti e bar, ma ci potrebbe essere una modifica per quanto riguarda l’orario di chiusura. Ci sarà comunque un forte provvedimento per quanto riguarda la movida, allo scopo di limitare il più possibile gli assembramenti.