Simula incidente con i figli: bambini in pericolo, le condizioni

Una donna ha simulato un incidente e messo a repentaglio la vita dei suoi due figli. La messa in scena e poi la fuga: denunciata per tentato omicidio

Polizia
Polizia (gettyimages)

L’episodio a marzo dello scorso anno, a Siracusa. Una donna di 26 anni avrebbe infatti inscenato un incidente e tentato di uccidere i suoi due figli per intascare l’assicurazione. I fatti si sono svolti lo scorso anno, la ragazza, con una scusa ha portato i bambini a fare un giro, per poi imboccare una ripida salita e lasciare la macchina con i bambini precipitare senza controllo.

Fortunatamente i piccoli se la sono cavata con qualche ferita lieve, mentre la donna è stata denunciata per tentato omicidio. Da quanto emerso dalle indagini successive all’incidente, Paola avrebbe programmato tutto nei minimi dettagli per intascare l’assicurazione sulla vita dei suoi bambini. La donna era già stata risarcita con una cifra che si aggira intorno ai 200mila euro per la morte del marito, sempre in seguito a un incidente stradale.

Siracusa, donna simula incidente per l’assicurazione: è tentato omicidio

Omicidio
Omicidio (Getty Images)

Sembra la trama di un film, ma purtroppo è tutto vero. I fatti risalgono al marzo 2019, quando una donna di Siracusa ha tentato di uccidere i suoi figli per intascare l’assicurazione sulla vita. Prima la scusa: “Bambini facciamo un giro”, poi il piano, secondo gli inquirenti studiato nel minimo dettaglio. La ragazza ha dunque preso una discesa ripidissima, per poi aprire lo sportello e lanciarsi dall’auto in corsa.

Fortunatamente il suo piano non è andato a buon fine e i bambini sono rimasti vivi, seppur con qualche ferita lieve. Arrivati all’ospedale, da subito si era notata una certa incongruenza nella ricostruzione della 26enne. Gli inquirenti hanno messo a soqquadro la vita della donna, scavando e risalendo fino al movente. Le forze dell’ordine hanno dunque raccolto le prove e denunciato la donna per tentato omicidio, per una pena di 10 anni di reclusione.