Calabria, eletto il nuovo commissario alla sanità: ecco chi è

La Calabria ha eletto, salvo colpi di scena, il nuovo commissario della Sanità della Regione. Il suo nome è Narciso Mostarda

Sanità Calabria
Sanità Calabria (dal web)

Qualora non dovessero esserci colpi di scena, il nuovo commissario della Sanità in Calabria sarà Narciso Mostarda. Questo è il nome del medico laziale scelto dal Premier Giuseppe Conte e il ministro della Salute Roberto Speranza, ma la scelta è appoggiata sia da Nicola Zingaretti (Pd) che dal centrodestra che governa in Calabria.

Il commissario ha 58 anni ed è laureato in medicina con specializzazione in neuropsichiatria infantile all’Università La Sapienza di Roma. Sempre nella capitale, ha conseguito un master in Management ed innovazione nelle aziende sanitarie. Nel 2009 è stato assessore del Pd nel comune di Frosinone, mentre nel 2016, è stato nominato direttore generale della Asl H. Il ruolo attribuitogli non è tra i più semplici vista anche la situazione che nelle ultime settimane si è creata nella Regione del sud.

Potrebbe interessarti anche -> Gino Strada, annuncio UFFICIALE: “Così aiuterò la Calabria”

Da Cotticelli a Strada, i commissari della Calabria che hanno rinunciato

Narciso Mostarda
Narciso Mostarda (dal web)

L’inizio è stato il 7 novembre con le dimissioni di Saverio Cotticelli,  avvenuta a seguito della sua intervista durante la quale ha ammesso di non essere a conoscenza della persona che avrebbe dovuto fronteggiare l’emergenza sanitaria. A seguire, il ruolo di commissario è andato a Giuseppe Zuccatelli. Anche lui è stato attaccato per aver dichiarato che le mascherine, indispensabili per evitare il contagio, in realtà non hanno alcun tipo di utilità.

Ecco che si arriva al tanto parlato Eugenio Gaudio, che a differenza degli altri, ha deciso di rinunciare per motivi personali e familiari. Ma non è tutto, il ruolo del commissario scelto sarebbe stato fuori luogo, dal momento che era iscritto al registro degli indagati della maxi-inchiesta di Catania, quello legato ai concorsi truccati all’università.

Infine, è il momento di Gino Strada, il fondatore di Emergency. A lui venne proposto il ruolo di co-protagonista nella gestione Gaudio. Ma non ha accettato. A questo punto forse la Calabria potrebbe aver trovato il giusto commissario.

Potrebbe interessarti anche -> Calabria, Zuccatelli si dimette: chi sarà il nuovo commissario alla Sanità