Caso Genovese, parla Efe Bal: “è innocente: ecco perché”

Caso Alberto Genovese. La trans Efe Bal prende le difese dell’imprenditore durante la trasmissione “La Zanzara” di Radio 24

Alberto Genovese
Alberto Genovese (Twitter)

La trans Efe Bal è intervenuta al programma La Zanzara di Radio 24, dichiarando che Alberto Genovese è innocente e spiega anche il motivo. L’imprenditore, accusato di aver sequestrato e violentato una 18enne per un’intera notte, è preso di mira dai media e dai social, ma c’è anche chi ha deciso di prendere le sue difese.

Una di queste è appunto Efe Bal che ha spiegato il motivo che fa di Genovese un innocente. La festa alla quale ha preso parte la 18enne è una di quelle dove gira la droga e la ragazza lo sapeva perché non era la prima volta che ci andava. La colpa se deve essere di qualcuno non è di Genovese, bensì di una di quelle ragazzine che gli stanno dietro. Le stesse che su Instagram postano foto nude e poi in giro fanno le caste e pure.

Potrebbe interessarti anche -> Caso Genovese, parla la vittima: “Avevo paura di morire”

“Si fanno invitare alle feste e poi dicono di essere state stuprate”

Efe Bal
Efe Bal (dal web)

Le parole della trans hanno suscitato inevitabilmente diverse critiche da parte dei conduttori. Ma nonostante tutto, continua a ribadire la sua versione. “Io ho partecipato spesso a queste feste, ma mai quando girava la droga. Questa fa perdere la testa e in quei momenti potevano farti qualsiasi cosa”.

La villa dove avvenivano queste feste è stata chiamata “Terrazza Sentimento” e qui avveniva di tutto. “Se in quei momenti – prosegue Efe Bal – succedeva qualcosa di violento, alla fine si tratta soltanto di un’esperienza educativa”. Parole agghiaccianti ma che per la trans sono semplice verità. Chi è maggiorenne e partecipa a questi eventi sa perfettamente a cosa va incontro. I giudici non dovrebbero dargli un grande pena perché Genovese non era cosciente ed ha perso il controllo.

Queste ragazze vanno a dare fastidio alle persone per soldi o per i regali e Efe Bal afferma di conoscerle bene. “Pubblicano foto, si fanno invitare alle feste e poi vanno a dire in giro di essere state stuprate”.

Potrebbero interessarti anche -> Caso Alberto Genovese: ora anche gli amici gli voltano le spalle