Toti accoglie i primi nati ma la Lega insorge: la polemica scatena il caos

Si infiamma la polemica in Liguria dopo il messaggio del Presidente Toti sui primi nati. La Lega insorge e scoppia il caos che naviga attraverso i social

Giovanni Toti (getty images)
Giovanni Toti (getty images)

Come ogni anno c’è sempre grande attesa per sapere quali saranno i primi nati sul territorio italiano poco dopo la mezzanotte. Forse ancora più spasmodica nei primi attimi di speranza del 2021, dopo un 2020 che molti cittadini vorrebbero solo dimenticare. In Liguria, però, nelle ultime ore è divampata la polemica per le parole di Giovanni Toti. Il Governatore ha voluto riservare delle parole decisamente carine per i nuovi nati sui suoi profili social: “Siete la nostra speranza, il nostro futuro, la forza per non mollare in questo nuovo anno che è appena iniziato. Benvenuti al mondo piccoli e auguri alle vostre famiglie a nome mio e di tutta la Liguria”.

Niente di strano. Eppure scoppia il caso relativo alle origini dei bambini. La nascita della piccola Morena a La Spezia è stata seguita da quella di neonati di origine albanese, nigeriana e ecuadoriana. Il fatto che Toti li abbia identificati come liguri ha scatenato diversi commenti razzisti che sono stati puntualmente eliminati dal Governatore. Ma ciò non è bastato.

LEGGI ANCHE >>> “Non pubblicate foto di Capodanno”, ma qualcosa nel resort va storto

Toti accoglie i primi nati: polemiche nella Lega

Giovanni Toti (getty images)
Giovanni Toti (getty images)

Il messaggio di Toti, infatti, ha scatenato la reazione di Stefano Mai, capogruppo regionale della Lega, come riporta ‘Repubblica’: “Non si può definire italiano e neanche ligure chi nasce sul territorio italiano da genitori stranieri. Auguri e benvenuti a tutti i nuovi nati del 2021 in Liguria. Ribadiamo, però, che per essere italiani e liguri sia necessario intraprendere un percorso ben definito”.

Parole forti che hanno richiesto un’ulteriore reazione da parte di Toti, arrivata proprio negli ultimi minuti su Twitter: “Nel Paese con il tasso di natalità più basso al mondo, la nascita di una nuova creatura è una bella notizia, quale che sia la sua nazionalità e il colore della pelle. Greta è la prima nata in un ospedale genovese nel 2021 e ho voluto darle il benvenuto”.