Travolto da un carrello mentre lavorava: incidente fatale per un operaio

Ennesima tragedia sul lavoro questa mattina. Vittima un operaio che, durante dei lavori, è stato travolto da un carrello in movimento.

Stazione Jesi incidente sul lavoro
Incidente sul lavoro in stazione (fonte: Getty Images)

Alla stazione di Jesi, in provincia di Ancona, un operaio ha perso la vita in un incidente sul lavoro. L’uomo, 56enne originario di Afragola, in provincia di Napoli, è stato travolto da un carrello in movimento sui binari.

L’operaio si trovava a Jesi per conto della ditta “Centro meridionale costruzioni” per fare dei lavori di abbattimento delle barriere architettoniche nella stazione. In particolare, era previsto il montaggio di un ascensore e l’abbassamento di alcuni marciapiedi.

Sul posto sono già intervenuti i carabinieri e la polizia che hanno posto sotto sequestro il cantiere.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Folgorato durante un viaggio di lavoro: vittima un venticinquenne

Morti bianche: il triste bilancio delle tragedie sul lavoro

Quella dell’operaio di Jesi è soltanto l’ultima sulla lista di morti bianche che ogni anno avvengono in Italia. Il bilancio è sempre drammatico: soltanto nei primi dieci mesi del 2020 ci sono stati più di mille incidenti mortali sul lavoro. In aumento del 15% rispetto allo stesso periodo del 2019, nonostante l’emergenza coronavirus avesse bloccato la maggior parte dei cantieri almeno tra marzo e maggio.

A rilasciare i dati è stata l’Inail, l’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro, che ogni anno rilascia un report di resoconto delle denunce di infortuni e incidenti mortali.

Un bilancio che lascia sgomenti, come di recente ha ricordato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. “Una guerra silenziosa di cui si parla troppo poco, ma che non è meno letale” l’ha definita il Capo dello Stato in occasione della scorsa giornata dedicata ai morti sul lavoro.