Immunità dal Covid, la precisazione dell’OMS su chi si era infettato

Il nuovo Coronavirus sta mettendo in seria difficoltà il mondo intero e proseguono gli studi per cercare di comprendere i dettagli sul virus e cercare di arginarlo. Di seguito gli ultimi dettagli sull’immunità al Covid

Covid Italia (getty images)
Covid in Italia – Immagine di repertorio (getty images)

Il Covid-19 ha messo a dura prova il mondo intero negli ultimi mesi. Il virus è tornato a circolare in maniera massiva nei mesi autunnali in Italia, diffondendosi ampiamente con la seconda ondata. Ancora oggi i casi continuano a preoccupare. La corsa della pandemia sta mettendo in difficoltà il mondo intero, tra la necessità di implementare ampie restrizioni tra la popolazione e il bisogno di allentare la pressione sul sistema sanitario.

L’avvento dei vaccini potrebbe essere la chiave per uscire dalla pandemia, ma gli studi vanno avanti per cercare di comprendere più dettagli possibili sul Covid-19 e soprattutto sui suoi effetti e sulle conseguenze dell’interazione con il corpo umano. In tal senso, nella giornata di oggi sono arrivati importanti aggiornamenti sulle modalità e soprattutto sui tempi dell’immunità al nuovo Coronavirus per chi l’ha già contratto. Di seguito tutte le ultime novità a riguardo.

LEGGI ANCHE >>> Covid-19, il bollettino del Ministero Della Salute del 8 Gennaio 2021

Covid, le ultime novità dall’OMS sull’immunità: gli aggiornamenti

Van Kerkhove (getty images)
Van Kerkhove (getty images)

Ad ormai un anno dall’esplosione della pandemia, è importante capire se chi ha già avuto e ha superato il Covid ne è immune e per quanto tempo. A tal proposito, è necessario sottolineare gli aggiornamenti di Maria Van Kerkhove. Si tratta della massima esponente del gruppo tecnico dell’OMS per il Coronavirus. Ecco le ultime novità sui tempi dell’immunità in conferenza stampa: “Recenti studi indicano che la risposta immunitaria potrebbe durare sei mesi o anche di più nelle persone che si sono infettate. Si tratta di una buona notizia. Mostra, infatti, che anche le persone contagiate e hanno sviluppato sintomi moderati possono avere una risposta immunitaria robusta e che duri sei mesi o anche oltre”.