Lorenzo Viotti torna alla Scala: chi è il direttore che fa impazzire Instagram

Diventato famoso a soli 25 anni, il direttore d’orchestra Lorenzo Viotti, ritorna alla Scala. La stagione musicale 2021 è iniziata nel teatro milanese.

viotti
Lorenzo Viotti (Fonte Instagram)

Il giovane 30enne, Lorenzo Viotti, è uno dei direttori d’orchestra più amati dell’ultimo periodo. La sua stagione musicale del 2021 è iniziata alla Scala. Proprio nel teatro milanese ha messo in scena un repertorio abbastanza particolare, ovvero un mix tra Brahms e Dvoják.

Il concerto è stato trasmesso in live streaming sabato 9 Gennaio. La diretta ha ottenuto tantissime visualizzazioni, circa 1000 mila sulla pagina Facebook. Chi si è perso l’occasione di ascoltare in diretta il talentuoso direttore d’orchestra, può recuperare lo streaming disponibile sul sito del teatro l Scala.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Gigi Proietti, l’appello dei colleghi: “Dedichiamogli il teatro”

Giovane, talentuoso e bello, chi è Lorenzo Viotti?

viotti
Lorenzo Viotti (Fonte Instagram)

Il giovane artista ha fatto completamente impazzire il web. Non solo per il suo immesso e innegabile talento come direttore d’orchestra, ma anche per il suo aspetto fisico. Infatti, è impossibile non notare e sottolineare la bellezza dello svizzero. Lorenzo Viotti, è nato a Losanna, in Svizzera, il 15 Marzo 1990. E’ riuscito a farsi notare nel 2015, a soli 25 anni, quando a vinto il premio Nestlé and Salzburg Festival Young Conductors Awards. D’allora la Scala di Milano non fa altro che corteggiarlo.

I suoi gusti musicali e le sue passioni, però non sono molto in linea con il suo mestiere. Infatti, predilige la trap, ma dirige l’orchestra nei teatri più importanti del mondo. Ha sempre amato e praticato sport, tra cui tennis, boxe, kitesurf, snowboard e le arti marziali che sostiene gli abbiano insegnato la calma. Inoltre, ha dichiarato cdi aver rifiutato il primo ingaggio alla Scala ritenendo che fosse troppo precoce accettare un incarico così importante.  Quando gli è stato chiesto come le eredità nazionali lo hanno influenzano, lui ha risposto così :” la mia educazione e il mio temperamento sono francesi, il mio passaporto è svizzero, l’Austria e la Germania hanno rappresentato la mia crescita musicale. Il mio sangue però è italiano: mi piace la dolce vita”. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lorenzo viotti (@lorenzoviotti)

Pare che al giovane svizzero non manchi proprio nulla!