Unieuro, il social media manager “sbrocca” nel post di una lavatrice

Ancora una bizzarra trovata pubblicitaria da parte di Unieuro. Il nuovo post sulla lavatrice e il commento delirante del social media manager

Post Unieuro
Post Unieuro (Facebook)

Erano già riusciti ad attirare l’attenzione di migliaia di utenti, con un post molto “particolare” nel mese di dicembre. In quel caso lo slogan recitava: “L’offerta si commenta da sola”, dando vita a un flusso di commenti sotto il post appunto dello stesso Unieuro. Un gioco di parole e una trovata ben riuscita, che ha dato molta visibilità alla pagina Facebook, regalando anche attimi di ilarità tra gli utenti.

Questa volta invece, per la pubblicità di una lavatrice in promozione, la strategia è stata diversa. Un lungo post, condiviso nella mattinata di oggi, con una sorta di sfuriata dell’addetto ai social media, in un linguaggio gergale, che inscena una conversazione informale. Ecco il post condiviso sulla pagina ufficiale Facebook.

Unieuro, ancora una trovata pubblicitaria: sfuriata del manager

Unieuro, post lavatrice
Unieuro, post lavatrice (Facebook)

Questa volta, nel nuovo post condiviso da Unieuro qualche ora fa, la decisione è stata quella di attirare l’attenzione degli utenti rimandando allo scorso episodio. Il social media manager ha dunque inscenato una conversazione informale, rivolgendosi agli utenti della pagina, in cui si trova a far fronte a un corso per imparare l’utilizzo dei social media (ironicamente come punizione dello scorso post).

Nella prima parte troviamo dunque una descrizione grottesca, ma allo stesso tempo divertente, del fantomatico corso. Nei successivi commenti sotto la foto invece, il commento dell’utente Unieuro si focalizza sul prodotto, con battute irriverenti e il solito linguaggio gergale. Una trovata di marketing molto originale e mai vista fino a ora, che ha dato moltissima visibilità ai social dell’azienda e ai prodotti in generale.

Questo è un normalissimo post che parla di questa ottima lavatrice LG scontata del 54%. Non c’è altro da vedere….

Pubblicato da Unieuro su Martedì 12 gennaio 2021