Covid-19, il bollettino del Ministero Della Salute del 21 Gennaio 2021

Il Ministero della Salute ha reso noti, tramite il consueto bollettino, i dati dell’epidemia da Covid-19 aggiornati al 21 Gennaio.

bollettino 21 gennaio
Bollettino (Fonte Ministero della Salute)

Il Ministero della Salute ha pubblicato i dati relativi al bollettino ufficiale aggiornato al 21 Gennaio 2021 in marito alla pandemia globale da Coronavirus. i casi di contagio sono saliti a 2.428.221 con un incremento di 14.078 unità rispetto a ieri. Ancora in calo i soggetti attualmente positivi che risultano essere 516.568 (-6.985), così come i ricoveri in terapia intensiva che risultano essere 2.418 in totale e 43 in meno di ieri. Salgono i guariti il cui numero è giunto a 1.827.451 con un incremento di 20.519 unità. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 521 decessi che hanno portato il bilancio delle vittime dall’inizio dell’emergenza a 84.202 .Infine, 1.266.402 vaccinati totali.

La nuova variante inglese di Covid inizia a preoccupare il mondo intero

medico negazionista covid sanzione asl ordine medici
Medici al lavoro contro il Covid (Fonte GettyImages)

Si continua a lavorare in tutto il mondo per sconfiggere questa pandemia che ci affligge ormai da un anno. La speranza arriva dai vaccini di Pfizer & BioNtech e non solo, ma nel frattempo c’è forte preoccupazione per la variante inglese del virus. In Inghilterra infatti nelle ultime 24 ore si assiste ad un nuovo picco di decessi, con 1820 nuovi positivi in un solo giorno e 39 mila nuovi contagi. A rivelare la propria preoccupazione per questa variante britannica del Covid è il professor Walter Ricciardi, consigliere scientifico del Ministro della Salute Speranza per la pandemia, che si dice preoccupatissimo per l’espansione del virus inglese, che sarebbe arrivato in circa 60 paesi.

PER APPROFONDIRE CLICCA QUI>>> Covid, Ricciardi confessa: “La variante inglese? Mi preoccupa”

Si erano stufate del lockdown e avevano deciso di agire di conseguenza

natale covid
Persone in mascherina (Fonte GettyImages)

In provincia di Como una storia che vede protagoniste due ragazzine di appena 14 anni e la loro voglia di “evadere“, in tutti i sensi, dalla situazione in cui si ritrova la maggior parte del nostro Paese. Le protagoniste di questa vicenda sono salite agli onori della cronaca locale, ma non solo, per la loro decisione decisamente di pancia: stufe del lockdown al quale dovevano sottostare hanno optato per una vera e propria fuga. Lasciato un biglietto di spiegazioni ai genitori le due hanno lasciato di nascosto la loro abitazione, violando quindi le norme anti Covid, perché desiderose “di vivere“.

Le ragazze, amiche e compagne di scuola, avevano organizzato tutto nei minimi dettagli, o quasi. Fuggite di casa avrebbero dovuto raggiungere Milano e in un secondo momento arrivare in Liguria. Esasperate dalla zona rossa, e dai vincoli che questa comporta, hanno dato sfogo al loro desiderio di fuga e ribellione. Rintracciate dopo nemmeno 24 ore dai carabinieri sono state riportate subito a casa. Ancora non si erano particolarmente allontanate dalla loro abitazione.