Crisi di Governo, Berlusconi scende in campo: vuole chiamarli uno ad uno

Silvio Berlusconi non si arrende, approfitta della crisi del governo per scendere in campo e attivarsi in prima persona. Chiama tutti i dubbiosi.

silvio berlusconi
Silvio Berlusconi (fonte gettyimages)

Berlusconi parla della crisi, consigliando al leader di Italia Viva di proseguire con quanto iniziato e far cadere definitivamente il governo. Secondo Silvio, Matteo Renzi “ha aperto una crisi politica” ma non ha potuto o forse voluto portarla a termine. Ormai però lo squarcio è aperto e il leader di Forza Italia sembra volerne approfittare, addirittura si è proposto di chiamare in prima persona tutti coloro che sono dubbiosi per farli cambiare idea.

L’Italia non può permettersi una paralisi in questo momento critico, il piano di vaccinazione va a rilento e fa fatica a decollare mentre il Recovery Plan è sempre più in ritardo. I cittadini italiani sono lasciati nell’incertezza e nella paura di affrontare da soli una crisi che durerà ancora per molto. Berlusconi poi attacca direttamente il governo di Conte, riprendendo proprio le parole del Premier. Secondo il Presidente del Consiglio infatti servirebbe una svolta, un cambiamento. Ma a che tipo di cambiamento si riferisce se il governo è fatto dagli stessi partiti di sempre?

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>> Crisi di Governo, il Senato viola tutte le regole: le immagini scatenano il caos

Silvio Berlusconi in versione “call center” chiama i dubbiosi

Il Governo di Conte ha ottenuto la fiducia, garantendo al Presidente di continuare il suo mandato anche se si troverà in seria difficoltà da qui in avanti. Il leader di Forza Italia ha commentato dicendo che Conte è abile a cogliere il momento giusto, ma purtroppo questo non giova al paese, l’unico beneficiario della fiducia sarebbe proprio il presidente del Consiglio. L’appello di Silvio Berlusconi è chiaro, vuole chiamare tutti coloro che sono dubbiosi anche quelli solo titubanti per convincerli a cambiare idea. “Prima di parlare con Cinque stelle o Pd, vengano da me” ha detto.

Dopo il si dei due parlamentari di Forza Italia, Mariarosaria Rossi e Andrea Causin, che hanno scelto quindi di sostenere la maggioranza del governo, Berlusconi ha deciso di attivarsi in prima persona. Non ci si può fidare di nessuno di questi tempi.