Bernie Sanders “vende” il meme per beneficenza: raccolta cifra spaventosa

Bernie Sanders è negli ultimi giorni diventato idolo dei social grazie a un meme. Il politico ha deciso di sfruttare questa popolarità per fare beneficienza.

Meme su Bernie Sanders all'Inauguration Day
Uno dei tanti meme su Bernie Sanders comparsi sul web. Questo a tema Harry Potter (fonte: Instagram)

In quanti, fuori dagli Usa, conoscevano Bernie Sanders prima del 20 gennaio, giorno in cui si è ufficialmente insediato Joe Biden? In pochi, forse pochissimi, a meno che non si sia appassionati di politica americana. Da quel giorno, però, il senatore democratico che era stato il più diretto concorrente di Biden, prima di ritirarsi dalla corsa, durante le primarie del partito per decidere il candidato alla Casa Bianca, è diventato idolo dei social.

Durante la cerimonia di insediamento del nuovo Presidente era stato inquadrato quasi sonnecchiante su una sedia, imbacuccato in un giubbotto oversize. A colpire però sono state le sue moffette dalla fantasia discutibile, da cui sono nati migliaia di meme.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Bernie Sanders, dopo il meme risponde così: Cercavo di stare al caldo

Le felpe di Bernie Sanders per aiutare i più poveri

Sanders si è mostrato incredibilmente autoironico. Ha preso il suo meme e lo ha trasformato in una campagna di beneficienza. Ha stampato migliaia di felpe e t-shirt con la sua ormai famosissima immagine e le ha vendute sul suo sito. Ed è stato un gran successo: tutta la merce è andata sold-out nel giro di mezz’ora.

Sono stati raccolti in totale 1,8 milioni di dollari che saranno interamente donati ad associazioni che si occupano di aiutare i quartieri più poveri nelle città statunitensi e in particolare i bambini, di assistenza agli anziani e alle persone più disagiate.

Molti utenti lo hanno addirittura definito un genio e sono stati in tanti che, non essendo riusciti ad accaparrarsi le felpe, hanno chiesto a Sanders di produrne di nuove. Nel frattempo, possono comunque consolarsi con una bambola che lo riproduce.