Crisi di Governo, Mattarella si rivolge a lui: tutti i dettagli

La crisi di governo entra nel vivo: consultazioni finite, il Capo dello Stato prende in mano la situazione. Arriva la convocazione al Quirinale

Roberto Fico
Il Presidente della Camera Roberto Fico (Getty Images)

La crisi di governo è entrata nella fase calda ed il presidente Mattarella ha optato per una decisione clamorosa. Dopo quattro giorni di consultazioni, il Presidente della Camera Roberto Fico è salito al Quirinale e, di fatto, ha spiegato al Capo dello Stato dell’impossibilità di una maggioranza con numeri validi a disposizione.

Sfuma, quindi, definitivamente il Conter ter, con il presidente del Consiglio di fatto silurato da un Renzi che a tutti i costi ha voluto un taglio con il passato. Nulla di fatto, quindi, con Fico che ha rimesso la decisione a Sergio Mattarella.

Ringrazio il presidente – le parole di Ficoper la fiducia. Onorato di aver potuto dare un contributo in un momento delicato in questo Paese” ha poi concluso davanti ai giornalisti dopo il colloquio con il Capo dello Stato. E Mattarella ha subito optato per una decisione rapida e di polso.

Crisi di governo, la convocazione di Mattarella

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella (Getty Images)

Il Presidente ha subito convocato l’ex Presidente della BCE Mario Draghi al Quirinale, con l’incontro previsto alle 12. “Il governo dev’essere nel pieno delle sue funzioni” le parole di Mattarella che ha voluto dare stabilità al Paese in un momento di massima difficoltà come quello del momento.

Quattro i mesi dallo scioglimento della Camere nel 2013 e cinque nel 2018” ha continuato il Capo dello Stato spiegando come si tratti di un tempo davvero ampio considerati i mesi cruciali. “Entro aprile il Recovery Plan dev’essere presentato e deve avvenire tutto prima della data cruciale, perché sono indispensabili i finanziamenti ed il loro arrivo quanto prima“.

Mario Draghi
Mario Draghi (Getty Images)

Non possiamo perdere per il futuro nostro questa fondamentale occasione” ha spiegato il Capo dello Stato che ha voluto presentare “un appello alle forze politiche in vista di un governo di alto profilo“.