Aveva 45mila euro nelle scarpe: fermato un ex calciatore di Serie A

L’episodio sta facendo discutere non poco. Anche in un momento particolarmente difficile come quello attuale, c’è chi cerca di muovere denaro in modo illecito: sarebbe coinvolto anche un ex calciatore di Serie A con 45 mila euro nelle scarpe

Check-in in aeroporto
Aeroporto – Immagini di repertorio (Getty Images)

Gli ultimi mesi sono stati particolarmente difficili per tutti noi per via della pandemia da Covid-19. Le difficoltà hanno riguardato tutti i lati della vita sociale e lavorativa, con ingenti restrizioni da seguire in maniera scrupolosa per evitare il diffondersi del virus. Anche una situazione del genere non è riuscita, però, a fermare coloro i quali vogliono rendersi protagonisti di traffici illeciti. Diversi episodi di recente sono saliti alla ribalta mediatica, destando scalpore: l’ultimo riguarderebbe un ex calciatore di Serie A.

A riportarlo è l”Agenzia Dogana e Monopoli’ che rivela attraverso i suoi canali ufficiali anche il curioso caso di un ex giocatore della massima serie italiana. Vige il massimo riserbo sulla precisa identità dell’uomo. In ogni caso, sarebbe stato oggetto di un controllo di routine all’Aeroporto di Fiumicino, da cui sarebbe emerso un fatto decisamente spiacevole. L’ex calciatore sarebbe stato trovato, infatti, con addirittura 45 mila euro tra le calzature. L’episodio crea scalpore e fa discutere. Non si tratta neanche di un caso isolato.

LEGGI ANCHE >>> Molestie e minacce: venti modelle denunciano l’agente

Ex calciatore di Serie A trovato con 45 mila euro nelle scarpe: i dettagli

Polizia in Aeroporto
Polizia in aeroporto – Immagine di repertorio (Getty Images)

Come riporta in una nota l’Agenzia Dogana e Monopoli “l’ex calciatore della serie A, di ritorno da Dubai,  nascondeva più di 45 mila euro all’interno delle proprie calzature sportive custodite nei bagagli spediti”. L’uomo è stato poi fermato e multato. L’episodio non è l’unico a destare scalpore nelle ultime ore. Si pensi, infatti, al caso dell’ex Presidente del Novara, Marcello Cianci. L’ex patron del club piemontese è stato fermato con una busta che aveva all’interno 200 mila euro. A lui è andata peggio: è stato denunciato con accusa di ricettazione.