Covid, decisione presa: una regione torna in lockdown. Novità mascherine

La situazione Covid continua a preoccupare e le autorità hanno preso la loro decisione: “Si torna in lockdown”. Un nuovo “tutti a casa” che durerà per 3 settimane.

natale covid
Persone con la mascherina (Getty Images)

Se ne parlava ormai da giorni e ora la decisione finale è stata presa. La provincia autonoma di Bolzano, così come l’Alto Adige, tornano in lockdown dal prossimo 8 febbraio. Le autorità hanno ufficializzato che per tre settimane le persone non potranno uscire di casa se non per motivi di lavoro, salute o necessità, con obbligo di indossare la mascherina all’aperto.

La Giunta Provinciale ha adottato questo drastico provvedimento a seguito di un’impennata dei contagi registrata negli ultimi giorni. Quasi 6000 i casi attuali (circa 5800) su una popolazione di 533 mila persone, con un incremento ieri di 747 nuovi casi rispetto al giorno precedente. Numeri che preoccupano e che hanno convinto le autorità ad optare per un nuovo, duro, lockdown fino a fine febbraio. Fino al 28 del mese, insomma, tutti gli abitanti saranno costretti a un nuovo “tutti a casa“. Reso obbligatorio l’uso delle mascherine FFP2, quelle che garantiscono maggiore protezione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Covid, scontro Salvini Gruber in televisione

Alto Adige e Bolzano in lockdown: si esce così

Dall’8 al 28 febbraio quindi Provincia autonoma di Bolzano e Alto Adige tornano in lockdown. Non si potrà uscire di casa se non per le necessità che già conosciamo: motivi di lavoro, motivi di salute e motivi di urgenza. Bar e ristoranti quindi resteranno chiusi, così come le strutture ricettive e gran parte dei negozi. La didattica in presenza rimarrà solamente per le scuole materne, da lunedì scuole medie e tutte le superiori torneranno totalmente alla didattica a distanza. Da giovedì 11 anche le elementari chiuderanno le porte.

Una novità riguarda l’utilizzo delle mascherine. l’Alto Adige obbliga i suoi cittadini di indossare le FFP2 laddove il rischio contagio è maggiore: dai mezzi pubblici fino ai negozi che saranno aperti durante il periodo di lockdown. Possibile che questa disposizione venga resa obbligatoria anche a livello nazionale.