Amanda Knox, racconti dal carcere: “Ecco cosa succedeva tra donne”

Amanda Knox è tornata a parlare della sua vita precedente, quando cioè fu rinchiusa nel carcere di Perugia perché accusata dell’omicidio di Meredith Kercher.

Amanda Knox nuove rivelazioni
Amanda Knox (fonte: Getty Images)

Amanda Knox oggi vive negli Stati Uniti dove ha ripreso in mano la sua vita. Nel 2007 fu invece accusata, insieme a Raffaele Sollecito e a Rudy Guede, dell’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher. Le due vivevano insieme a Perugia dove frequentavano l’università.

Il caso suscitò all’epoca molto clamore anche a livello internazionale, attirando l’attenzione della stampa soprattutto inglese e americana. Oggi la Knox, insieme a Sollecito, è stata assolta in via definitiva e vive a Seattle dove lavora come giornalista e collabora con un’associazione che si occupa delle vittime di errori giudiziari.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Covid-19, Amanda Knox da consigli su come resistere: L’arte di essere perduti

Le rivelazioni di Amanda Knox su quanto accadeva in carcere

Amanda Knox durante il processo
La Knox durante il processo per l’omicidio di Meredith Kercher (fonte: Getty Images)

Amanda ha rivelato, in un’intervista, di essersi sentita violata più volte dalle guardie carcerarie che la perquisivano continuamente. Ma le rivelazioni che più hanno colpito sono quelle riguardanti un’altra detenuta, all’inizio sua amica all’interno del carcere.

La Knox ha rivelato di aver ricevuto avances sempre più insistenti da parte della donna, che ha chiamato Leny. Le due avrebbero legato molto perché Amanda le aveva rivelato di essere stata in passato attivista per i diritti Lgbt. Così Leny ha cominciato a desiderare qualcosa di più di una semplice amicizia, fino a che è arrivata a dirle: “Posso farti cose che gli uomini non fanno“.

Secondo quanto riportato dall’americana, la donna avrebbe continuato a mandarle lettere dal carcere anche dopo il suo ritorno in America. Lettere a cui Amanda dice di non aver mai risposto.

La vita di Amanda Knox dopo l’assoluzione

La Knox è diventata una sorta di eroina negli Usa, dove la sua innocenza è stata sempre sostenuta da tutti i media. Lei stessa ha preso parte ad alcuni documentari, di cui uno disponibile su Netflix, in cui ha raccontato la vicenda sempre professando la sua innocenza.

Oggi Amanda è sposata con uno scrittore e partecipa a molti convegni in cui si fa portavoce di tutte le persone rimaste vittime di errori giudiziari. Il suo caso è addirittura finito davanti alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo, che ha condannato l’Italia a risarcirla per averle negato la difesa durante un interrogatorio. Proprio su questo interrogatorio di recente la Knox si è espressa su Twitter.