Bufera in NBA, tornano gli spettatori e scoppia la rissa – VIDEO

Clamoroso in NBA. In una delle undici arene in cui è stato riammesso, in piccola parte, il pubblico scoppia un’incredibile rissa tra i supporters.

basket NBA porte chiuse
(Getty Images)

Una scena alla quale avremmo fatto volentieri a meno ma che in pochi minuti sta facendo tristemente il giro del mondo. In NBA da qualche settimana sta venendo progressivamente riammesso il pubblico: sono undici le arene sparse per il Paese che hanno riaperto le porte ai fan. Una piccola percentuale della capienza massima, che comunque sta riportando circa 3000 persone nei palazzetti per assistere alle gare del massimo campionato di basket. Dopo quasi un anno quindi i fan possono godersi una partita dal vivo, ma quello che è successo nella scorsa notte al Toyota Center di Huston ha dell’incredibile.

In occasione del match tra i Rockets (padroni di casa) e San Antonio Spurs infatti sugli spalti è scoppiata una vera e propria rissa tra i “pochi” presenti. Non è chiaro quale sia stata la miccia che ha scatenato il tutto, ma una decina di persone si è data battaglia calci e pugni senza, tra l’altro, nemmeno usare la mascherina protettiva.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Tornano i tifosi, LeBron ci litiga – VIDEO 

Rissa in NBA, tifosi forse ubriachi

Dalle prime testimonianze che arrivano da Huston sembra che il gruppetto di tifosi protagonisti della rissa sugli spalti del Toyota Center avessero esagerato con la birra. Forse l’eccessivo entusiasmo nel tornare ad assistere a un match di basket dal vivo li ha portati ad alzare troppo il gomito. Fatto sta che il video che testimonia la scena in pochi minuti ha fatto il giro del web e dei social, divenendo virale in breve tempo.

Chissà se dopo questa scena verranno presi ulteriori provvedimenti da parte della NBA o se si lascerà che i tifosi continuino a ripopolare, gradualmente, gli spalti delle arene nazionali.

Sicuramente si tratta di una vicenda alla quale non avremmo mai voluto assistere, specialmente perché il ritorno dei tifosi negli stadi rappresenta una ventata di “normalità” in questo periodo così controverso.