Sanremo 2021, Al Bano non ci sarà: la sua frecciata ad Amadeus

Il Festival di Sanremo 2021 si farà regolarmente seppur a porte chiuse. Al bano il grande assente, frecciata al direttore artistico Amadeus

Albano - Sanremo 2021
Albano Carrisi (Getty Images)

Il Festival di Sanremo 2021 si farà. Il Cts ha dato il via libera, accettando il protocollo proposto dalla Rai e, quindi, dal 2 al 6 marzo si svolgerà la 71ma edizione della rassegna canora più importante e famosa d’Italia, seppur a porte chiuse. Una decisione che ha creato mille polemiche ma accettata seppur controvoglia dal direttore artistico e presentatore Amadeus.

Tanti i concorrenti, per un Festival che si preannuncia davvero combattuto e, dal punto di vista canoro, variegato ed in grado di soddisfare tutti i gusti. Non sono mancate, però, le polemiche relative ai grandi esclusi. Tra questi c’è un Decano della rassegna, Albano Carrisi.

Il cantante di Cellino San Marco ha espresso il suo dissenso e la sua contrarietà sulla scelta di Amadeus, colui che ha scelto i partecipanti. Albano aveva presentato una canzone scritta dallo stesso autore di Champagne, Depsa ed avrebbe voluto prendere parte alla rassegna da solo, senza la presenza di Romina Power.

Sanremo 2021, Albano sicuro: “Va rinviato”

Albano - Sanremo 2021
Albano Carrisi (Getty Images)

Ed invece è arrivata l’esclusione per Albano che, però, non si è certo strappato i capelli dalla testa, anzi. Il cantante di Cellino San Marco era dell’opinione di dover rinviare la rassegna, alla luce delle limitazioni e restrizioni imposte. “Non lo rifarei tornando indietro” ha detto il 78enne riferendosi alla presentazione della canzone ad Amadeus.

Secondo me bisognerebbe rimandare” ha sostenuto, spiegando come questa sua idea non c’entrerebbe nulla con l’esclusione dalla rassegna. “Diodato non ha avuto quasi nulla, riferito ai riconoscimenti che avrebbe dovuto raccogliere, è stato penalizzato dal Covid” ha aggiunto.

Albano e Romina
Albano e Romina Power (Getty Images)

Albano è ancora convinto che il Festival di Sanremo debba essere rimandato, come accaduto per altri grandi eventi nel mondo, dal carnevale di Rio de Janeiro al Festival di Cannes. Già, ma cosa al suo posto? Una serie di serate dedicate alla storia della rassegna.