Morte Maradona, il fratello ci va giù pesante: bordata clamorosa

Il fratello di Diego Armando Maradona, Hugo, è tornato sulla morte del fratello. Dichiarazioni pesanti e bufera in arrivo: la provocazione

Hugo Maradona
Il fratello di Diego, Hugo Maradona (Foto dal web)

“Ci manca solo che dicano che mio fratello si sia suicidato”. E’ stata questa la provocazione di Hugo, fratello di Diego Armando Maradona, visibilmente inorridito della macchina del fango mediatica, creata intorno alla dipartita del Pibe de oro. Il fratello piccolo di Diego, si è detto stufo delle continua chiacchiere e speculazioni sull’accaduto. Inoltre a detta di Hugo, tale polverone avrebbe contribuito ad alimentare dubbi sulla causa effettiva del decesso, rendendo il tutto ancora più misterioso.

“Sulla morte di Diego c’è troppa confusione – ha dichiarato a Puro Futbol – diventa complicato potersi fare un’idea precisa delle cause della morte”. Secondo il fratello, in tanti avrebbero messo il naso nella faccenda, solo per ricevere in cambio un briciolo di notorietà. Poi si lascia andare alla provocazione: “Ci manca che arrivino a dire che si sia suicidato”

Morte Maradona, parla Hugo: “Basa vantarsi”

Diego Armando Maradona primo piano
Diego Armando Maradona (fonte: Getty Images)

E’ stato un duro sfogo, quello di Hugo Maradona, che oltre a puntare il dito contro chi sta speculando sulla morte del fratello, ha avuto da ridire anche su molti comportamenti di diverse persone “presunte amiche” di Diego. “Tanti che si professavano suoi amici, dov’erano nel momento del bisogno?”. Basta vantarsi, sottolinea il fratello minore del Pibe, di essere amici di mio fratello. Insomma, lo stress al quale i componenti della famiglia e i cari del diez, è sicuramente tanto, visto che la morte di Diego Armando Maradona, tiene ancora banco con diverse controversie.

Hugo, che vive da molti anni a Napoli, si è infine lasciato andare a un ricordo del fratello maggiore. La loro ultima chiacchierata. “Mi chiamò al telefono – racconta – scambiammo due battute e mi confidò che gli avrebbero tolto i punti l’indomani”.