Covid, il virus si combatte con uno spray: ecco la cura rivoluzionaria

L’ultimo studio sembra dare dei risultati decisamente promettenti: la nuova cura per il Covid-19 consisterebbe addirittura in uno spray. Le ultime sulla cura rivoluzionaria del virus

Operatore sanitario in lotta contro il Covid
Operatore sanitario (Getty Images)

Il Covid-19 sembra arrivato a un punto cruciale della sua corsa in Italia e nel mondo. Bisogna mantenere la soglia d’attenzione decisamente alta: l’avvento delle varianti sta costituendo un nuovo nodo difficile da sbrogliare per diversi Paesi europei e mondiali. La campagna di vaccinazione, inoltre, impone il massimo sforzo da parte dei cittadini e degli alti ranghi della politica e della sanità per tentare di immunizzare il prima possibile la maggior fetta di popolazione a rischio.

I mesi trascorsi dall’avvento del Covid sono stati decisamente difficili per tutti i cittadini che si sono trovati a fronteggiare la pandemia, rivoluzionando la propria vita, il proprio lavoro e le proprie abitudini. L’impresa è ardua, però, soprattutto per il sistema sanitario che ha dovuto battagliare contro un numero enorme di casi, testando cure innovative e tentando di arginare la saturazione di ospedali e delle terapie intensive. Ora spunta un nuovo interessante studio che potrebbe essere significativo nella lotta al Covid-19.

LEGGI ANCHE >>> Variante napoletana del Covid, l’Italia si scatena: “E’ una bufala!” – FOTO

Nuova possibile cura per il Covid: si tratta di uno spray nasale

Covid-19, operatori sanitari al lavoro
Covid-19, operatori sanitari al lavoro (Getty Images)

La nuova cura, come riporta ‘La Stampa’, è costituita da uno spray nasale in via di sperimentazione in Israele. La sua inalazione arriverebbe direttamente ai polmoni, migliorando nel giro di due giorni il quadro relativo la tempesta di citochine. Altri vantaggi di questa cura sarebbero legati ai costi, abbastanza bassi, e alla conservazione richiesta che sarebbe piuttosto semplice. La sperimentazione è ancora alla fase 1 ma sembra piuttosto promettente. Garantirebbe un’arma in più decisamente importante per limitare la tempesta di citochine, moderare la risposta immunitaria e prevenire in questo modo i casi più gravi affetti dal Covid. Lo spray nasale potrebbe, dunque, essere una risorsa essenziale nella lotta al virus nel prossimo futuro.