“Minacciò di morte Billie Eilish”: la rivelazione inquietante sulla star

Billie Eilish fu minacciata di morte: la pop star ha svelato il dramma vissuto. Uno stalker la perseguitava. Il precedente

Billie Eilish
Billie Eilish (Getty Images)

Billie Eilish, la nota pop star statunitense, sarebbe stata in pericolo. Addirittura, come afferma la NBC News, spaventata della sua incolumità e ferita dal punto di vista emotivo. La cantante avrebbe presentato una denuncia alla polizia per uno stalker che avrebbe inviato messaggi di morte ed inquietanti.

Come se non bastasse, lo stalker stazionerebbe nella zona in prossimità della sua residenza a Los Angeles; un vero e proprio pericolo per la pop star che ha affermato di “non sentirsi al sicuro” vivendo nella costante paura di essere “avvicinata e ferita“. “Voglio solo urlare quando lo vedo” ha poi aggiunto.

Una situazione che ha costretto il giudice della città californiana ad emettere un ordine restrittivo nei confronti del 23enne John Matthews Hearle, peraltro accusato di molestie. Il ragazzo si sarebbe addirittura accampato all’esterno di una scuola, di fronte all’abitazione della Eilish.

Billie Eilish, il precedente

Billie Eilish
Billie Eilish (Getty Images)

La 19enne avrebbe alzato l’attenzione sul suo molestatore, reo anche di aver mimato gesti come il taglio della gola in un episodio. Vere e proprie minacce di morte, dunque, confermate anche da missive inviate senza pericolo di travisamenti. “Morirai” le avrebbe scritto, aggiungendo “Non puoi ottenere ciò che vuoi se non morire per me“.

L’ordine restrittivo imposto dalla Corte di Los Angeles nei confronti del ragazzo scadrà il prossimo 4 marzo, quando si terrà l’udienza davanti al giudice. Ed è altamente probabile come l’uomo venga condannato e finisca in carcere, con l’incubo che a quel punto finirà.

Billie Eilish
Billie Eilish (Getty Images)

Billie Eilish già è dovuta ricorrere in passato a richieste di ordini restrittivi, sempre per molestie. Come raccontato da TMZ, un 24enne di nome Prenell Rousseau si presentò ben sette volte a casa dei suoi genitori. Anche in quel caso, altro ordine restrittivo necessario per porre fine alle azioni dello stalker.