Assembramenti pre Atalanta-Real Madrid, tifoso in ospedale: le condizioni

Proprio in una delle città simbolo della prima ondata Covid, tra le più colpite dall’emergenza la scorsa primavera, delle immagini che non avremmo mai voluto vedere. Prima di Atalanta-Real Madrid assembramenti fuori dallo stadio: un tifoso finisce in ospedale.

stadio atalanta
Lo stadio dell’Atalanta (Getty Images)

A Bergamo, una delle città simbolo della prima ondata della pandemia Covid, una scena che non avremmo mai voluto vedere. Ieri sera, poco prima di Atalanta-Real Madrid, gara valida per l’andata degli ottavi di Champions League, centinaia di tifosi nerazzurri si sono assembrati fuori dallo stadio per accogliere il pullman dei ragazzi di Gasperini e sostenerli a pochi minuti dalla partita contro il campioni di Spagna. Zero distanziamento sociale, poche mascherine e scene che stonano con l’attuale emergenza Covid, a maggior ragione in una delle città che appena un anno fa fu tra le più colpite d’Italia.

Per di più un uomo presente nella folla è stato ferito dall’esplosione di una bomba carta. Il tifoso, 30 anni, ha riportato delle gravi ferite alla mano ed è stato trasportato d’urgenza in ospedale dopo un primo soccorso da parte di alte persone presenti. Il bollettino medico riporta preoccupanti ferite alle falange di tre dita.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Atalanta-Real Madrid, la furia di Feltri 

Atalanta-Real Madrid: l’ira di Gasperini nel post partita

Per la cronaca il match è terminato per 1-0 a favore degli ospiti grazie alla rete del laterale destro francese Mendy. La partita è stata però condizionata dall’espulsione, poco dopo il quarto d’ora di gioco, di Remo Freuler per un intervento considerato dall’arbitro da rosso diretto. Una sanzione ritenuta da molti eccessiva, sia per il tipo di fallo che per la dinamica dell’azione. Gasperini nel post partita non le ha mandate a dire, esprimendo tutto il suo disappunto: “E’ stata una partita rovinata da un episodio eccessivo, abbiamo dovuto difendere, lo abbiamo fatto anche bene poi peccato per il gol”.

L’Atalanta ora è chiamata ad andare a vincere a Madrid, sul campo di Valdebebas, dove il Real sta disputando da mesi le sue gare interne.