Sanremo 2021, Amadeus tenta il super ospite: “Le porte sono aperte”

Il Festival di Sanremo 2021 è sempre più vicino e Amadeus continua a lavorare al cast che intratterrà il pubblico. Torna a circolare il nome di un super ospite, amatissimo dal pubblico italiano: l’ultimo annuncio del conduttore

Amadeus durante il Festiva di Sanremo
Amadeus mentre conduce il Festival di Sanremo (Getty Images)

Il Festival di Sanremo è sempre più vicino. Una delle più attese e famose kermesse in Italia è ormai pronta ad aprire i battenti: lo show andrà in onda dal 2 al 6 marzo. Un’edizione molto particolare per via del Covid-19 che continua a condizionare qualsiasi piano della vita sociale, lavorativa e anche il mondo dello spettacolo. Ad ogni modo, ormai il Festival è pronto ad aprire i battenti, ma a pochi giorni dall’avvio si continua a discutere degli ospiti straordinari che potrebbero prendere parte alla kermesse.

Proprio nelle ultime ore, è arrivata la notizia che Naomi Campbell non ci sarà, ma anche quella della partecipazione di Luisa Ranieri e Simona Ventura. Amadeus continua ad andare a caccia dei migliori ospiti possibili per intrattenere il pubblico e tra questi continua a circolare il nome di Gerry Scotti. Il noto conduttore, infatti, non ha chiuso la porta alla sua partecipazione a Sanremo.

LEGGI ANCHE >>> Giovanna Botteri a Sanremo dopo il body shaming: sì, ma a una “condizione”

Sanremo 2021, Amadeus non chiude a Gerry Scotti: ecco le sue parole

Gerry Scotti accenna un sorriso
Gerry Scotti (Getty Images)

Amadeus pare pronto ad accogliere Gerry Scotti che già lo scorso anno era stato invitato, ma ha dovuto rifiutare a causa di altri impegni lavorativi. Il conduttore del Festival, in un’intervista a ‘Chi’ apre le porte al volto noto di Canale 5. Ecco le sue dichiarazioni: “Penso sempre che gli amici sappiano che le porte sono aperte. Tendo a essere timido nel chiedere: l’amicizia è differente dalla formalità. Soffro tanto i no, mi fanno rimanere male e per questo motivo preferisco buttare l’amo e intuire il rifiuto, perché se fosse esplicito mi renderebbe triste”.