Coprifuoco anticipato: a casa prima delle 16:00, l’ultima decisione

Negli ultimi mesi ci siamo dovuti abituare alla parola “coprifuoco”. L’orario limite dopo il quale non si può uscire di casa viene anticipato: l’ultima decisione fa discutere.

Vaccini Covid
Vaccini Covid (Getty Images)

Coprifuoco anticipato dalle 22:00 alle ore 16:00, ma per una specifica categoria di persone che, in questo modo, non possono uscire di casa dopo le  quattro del pomeriggio. Si tratta di una nuova ordinanza che è stata firmata da un sindaco in provincia di Bari e che vieta ai minori di 14 anni di allontanarsi dalla propria abitazione dopo il nuovo orario limite. L’ultima decisione del primo cittadino di Acquaviva delle Fonti sta facendo discutere: fino al prossimo 15 marzo i ragazzi con meno di 14 anni non potranno uscire di casa dopo le ore 16:00, a meno che non siano accompagnati da almeno uno dei due genitori o comunque da famigliari maggiorenni.

L’ordinanza alla luce dei numeri del paese in provincia di Bari: qui, in un centro abitato di circa 20 mila persone, sono stati posti in isolamento fiduciario 646 cittadini, di cui 242 positivi al Covid. In tutti gli edifici scolastici inoltre è stata prorogata la didattica a distanza. Non solo, durante il week end sarà pure vietato l’asporto di cibi e bevande dopo le 18.

Una decisione che non interessa solamente il comune di Acquaviva delle Fonti ma anche di Conversano, Noicattaro, Monopoli, Polignano a Mare e Mola di Bari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Covid, nuova variante scoperta in Italia

Coprifuoco e non solo: vigilanza ad agenzia privata

Ad Adelfia, comune di poco più di 15 mila abitanti in provincia di Bari, il sindaco ha deciso di ingaggiare un servizio di vigilanza privato per il monitoraggio di piazze e luoghi di ritrovo al fine di evitare assembramenti e mantenere l’ordine. In Lombardia intanto da domani partirà la campagna di vaccinazione per il personale scolastico e insegnanti.

Sono circa 200 mila gli aventi diritto. Ai agli under 65 sarà riservato il vaccino AstraZeneca.