Covid, il grande piano di Draghi per i vaccini: pronta la svolta, numeri pazzeschi

Il Covid-19 rappresenta la priorità assoluta per Mario Draghi che cercherà nelle prossime settimana di dare una sterzata nella lotta alla pandemia. Intanto il virus continua a circolare e dà grossi problemi alla vita di tutti noi

Mario Draghi con la mascherina
Il Premier Mario Draghi (Getty Images)

Il Covid-19 ha totalmente stravolto la vita di tutti i cittadini. Ormai da più di un anno siamo costretti a fare i conti con una pandemia che è stata devastante, in primis dal punto di vista sanitario, ma non possono essere tralasciate le conseguenze sociali che la circolazione del virus ha avuto su tutto il mondo e la vita dei cittadini. Sono tutti i punti di vista, dunque, accelerare per battere il Covid e immunizzare la popolazione sembra la mossa prioritaria per il Governo nelle prossime settimane.

E Mario Draghi, in tal senso, sembra avere assolutamente le idee chiare. Già nei colloqui con l’Europa, il Presidente del Consiglio ha evidenziato la necessità di accelerare sul fronte vaccini. Ora è pronto a passare ai fatti e ha previsto una netta sterzata nella battaglia al virus. Ecco tutte le ultime novità in tal senso e i numeri pianificati dal Premier e da tutto il Governo.

LEGGI ANCHE >>> Covid, la città viene invasa dalla folla: interviene la polizia

Covid, Draghi prepara l’accelerazione sul fronte vaccini: i numeri

Vaccino Covid siringa
Iniezione del vaccino per il Covid-19 – Immagine di repertorio (Getty Images)

Sessanta milioni di dosi di vaccino somministrate entro giugno, è questo il numero ambizioso che il Governo ha messo in contro per immunizzare il prima possibile la popolazione. Ciò potrà essere possibile se, come da piani e secondo quanto riporta ‘Repubblica’, si passerà a 700mila iniezioni a partire da Pasqua a fronte dalle 100mila attuali. Sarà necessario, dunque, concretizzare una forte accelerazione nelle somministrazioni del vaccino. Ciò sarà possibile perché entro marzo arriveranno 7 milioni di dosi di cui 3,5 milioni di AstraZeneca. Ad aprile si arriverà addirittura a 30 milioni di dosi grazie all’avvento del vaccino Johnson & Johnson. Il piano è pronto: ora è il momento di accelerare per tentare di battere la pandemia.