Meghan Markle, la teoria complottista è assurda: c’entra anche Oprah

Continua a far discutere l’intervista rilasciata dai Duchi di Sussex ma sotto i riflettori finisce proprio Oprah Winfrey. La teoria complottista dopo l’intervista a Meghan Markle è assurda 

Harry e Meghan
Harry e Meghan (fonte Getty images)

Non si placano le polemiche e le discussioni sul caso Harry e Meghan Markle. A distanza di qualche ora dalla pubblicazione dell’intervista, le parole dei Duchi rimbalzano ancora da una parte all’altra del mondo. Oggi però a finire sotto accusa è proprio la conduttrice televisiva che ha condotto l’intervista, Oprah Winfrey.

Le pesanti parole dei Duchi di Sussex hanno avuto un’eco davvero molto potente. Tutto il mondo ha parlato delle loro dichiarazioni  e delle accuse fatte alla famiglia reale d’Inghilterra. La notizia dei pensieri suicidi di Meghan Markle e le accuse di razzismo verso il piccolo Archie di cui era dubbio il colore della pelle prima della nascita, hanno impressionato tutti.

Le discussioni continuano sulle dichiarazioni ma c’è un altro importante personaggio della storia che oggi finisce sotto i riflettori. Parliamo della conduttrice Oprah Winfrey e di una assurda teoria complottista che la vedrebbe protagonista.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Intervista Harry e Meghan, così ha reagito la Regina Elisabetta – VIDEO

Meghan Markle, la teoria rimbalza su Telegram e riguarda Oprah

Oprah Winfrey
Oprah Winfrey (fonte Getty Images)

La conduttrice televisiva Oprah Winfrey è stata presa d’assalto dai teorici complottisti di QAnon. Il caso sarebbe stato fatto rimbalzare attraverso i social media, in particolare su Telegram, Twitter e Gab. Ed ora la protagonista dell’intervista diventa la stessa conduttrice.

Secondo i complottisti, la Winfrey sembrava indossasse un monitor alla caviglia, dopo un arresto segreto. I teorici di QAnon hanno infatti notato uno strano accessorio in prossimità degli stivali della conduttrice e hanno fatto subito scatenare la polemica. E’ un monitor o un microfono?

Ovviamente non sono mancati i commenti e sono in molti a sostenere la teoria dei complottisti perché un microfono, posizionato vicino ai piedi, sarebbe molto lontano dalla bocca e sarebbe comunque insolito posizionarlo in prossimità della caviglia. Di certo, ne sentiremo ancora parlare.