Covid, l’allergia aumenta i rischi? Perché il polline è pericoloso

Secondo alcuni studi, il polline nell’aria potrebbe condurre ad un aumento di contagi da Covid-19 anche per coloro che non sono allergici 

Ape che impollina un fiore giallo
Ape che impollina un fiore (getty images)

Con l’arrivo della primavera arrivano anche i primi fastidi legati ad essa: l’allergia al polline ne è un esempio lampante. In tempo di pandemia, però, questo disturbo potrebbe tramutarsi in qualcosa di più di un semplice fastidio. Alcuni studi affermano, infatti, che grosse quantità di polline nell’aria possono provocare un aumento dei contagi da Covid-19. L’elemento che fa riflettere è che ciò varrebbe anche per chi non è allergico.

A dirlo sono gli scienziati tedeschi dell’Università Tecnica di Monaco che hanno studiato come un’elevata concentrazione di polline nell’ambiente sia effettivamente in grado di inficiare il sistema immunitario di chiunque. Un sistema immunitario indebolito significa che le possibilità di contrarre il coronavirus aumentano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Covid, in arrivo i vaccini: tutti i numeri e il piano per l’Italia

I consigli degli esperti per evitare i rischi di contagio Covid legati al polline

ape che impollina un fiore rosa
Ape che impollina un fiore (getty images)

I rischi riguardanti il contagio da Covid-19 legato al polline nell’aria non riguardano solo gli allergici. Per questo le raccomandazioni degli esperti risultano utili per tutti. Gli studiosi raccomandano di indossare sempre la mascherina e possibilmente quella dotata di filtro antiparticolato, in modo tale da bloccare all’ingresso i granuli pollinici.

Inoltre si consiglia di rimanere a casa durante le belle giornate di primavera in modo tale da evitare di venire a contatto con l’elevata quantità di polline nell’ambiente. Inoltre è bene non uscire per evitare gli starnuti provocati dal polline nell’aria, da parte di chi soffre di allergia. Il rischio di contagio aumenta sensibilmente per via della possibilità che un asintomatico allergico al polline possa, tramite lo starnuto, contagiare molte più persone.