Covid-19, il bollettino del Ministero della Salute del 10 marzo 2021

Il Ministero della Salute ha diramato il bollettino relativo ai contagi da Covid-19 del 10 marzo 2021. I contagiati crescono ancora

Bollettino Covid-19 10 marzo
Bollettino Covid-19 10 marzo (Ministero della Salute)

Il Covid-19 non accenna ad allentare la morsa nel nostro Paese; le varianti – soprattutto quella inglese – sono ormai diffuse nel nostro Paese e fanno correre il virus ancora più velocemente. Una situazione che, ancora oggi, si ripercuote negativamente sul bollettino diramato dal Ministero della Salute.

I nuovi positivi sono 22.409 che hanno portato il totale, da inizio pandemia, a 3.123.368. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono state 361.040. Le Regioni che fanno registrare più contagi sono la Lombardia con 4.422 casi e la Campania con 3.034 nuovi positivi; a seguire Emilia-Romagna e Piemonte con, rispettivamente, 2.155 e 2.086. Sono 332 i morti che portano il numero totale a 100.811 dall’inizio della pandemia.

I nuovi ricoveri odierni in terapia intensiva sono 253, di cui 53 sono in Lombardia. Al momento, 2.827 quelli che occupano questi reparti, con un numero elevatissimo ancora una volta nella Regione governata da Attilio Fontana, visti i 617. Ricoverati con sintomi, invece, sono 22.882.

LEGGI ANCHE >>> Covid, focolaio nell’Hotel dei cinepanettoni: la situazione

Covid-19, le nuove possibili restrizioni del governo ed il vaccino

Covid-19 infermiera
Infermiera Covid-19 (Getty Images)

L’Italia è in piena terza ondata da Covid-19, con le varianti, come detto, che corrono inesorabili. Il Paese è per gran parte in zona rossa ma l’esecutivo sta vagliando altre misure, ancora più restrittive per tamponare questa emergenza. Il Cts ha chiesto un nuovo lockdown come nello scorso marzo, ma l’esecutivo sembra orientato a tenere la divisione in fasce colorate, pur inasprendo ancor di più la situazione.

Intanto prosegue la vaccinazione, nonostante le tante difficoltà dovute agli approvvigionamenti dei sieri. In ritardo, infatti, le consegne di AstraZeneca, con tanto di reazione del governo italiano del blocco alle esportazioni, decisione peraltro spalleggiata dalla Commissione Europea. Ed anche Johnson&Johnson, a breve in Italia, ha già annunciato ritardi.

Vaccino Covid-19
Un vaccino Covid-19 (Getty Images)

Nel frattempo le Regioni più virtuose per quanto riguarda le vaccinazioni sono Valle d’Aosta, Campania e Puglia, lì dove grazie ad un’ottima organizzazione, si sta procedendo spediti verso l’obiettivo. D’altronde la somministrazione dei sieri è l’unica soluzione possibile per mettere la parola fine alla pandemia.