Covid-19, il bollettino del Ministero Della Salute dell’11 marzo 2021

I dati dell’epidemia da Covid-19 aggiornati all’ 11 Marzo 2021 sono stati diramati dal Ministero della Salute tramite il quotidiano bollettino. 

bollettino covid 11 marzo 2021
Bollettino covid dell’11 marzo 2021 (fonte: Ministero della Salute)

Il Ministero della Salute, tramite il consueto bollettino, ha reso noti i dati di oggi 11 marzo 2021, relativi ai contagi Covid-19. I nuovi contagi in Italia sono pari a 25.673, con un incremento di unità notevole rispetto a ieri in cui erano 22.409.I tamponi effettuati sono stati 372.217. Questi dati sono da riferirsi sia ai tamponi molecolari che ai test antigenici. Il tasso di positività sale di 0,6 arrivando a 6,9%.

Cresce il numero di vittime: ieri erano 322 mentre oggi si registra il numero di 373 decessi. I ricoveri in rianimazione ammontano a 2.859. I ricoverati negli altri reparti sono 23.247 persone,  ben 365 unità in più di ieri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Covid, uso del vaccino AstraZeneca sospeso: il motivo

Covid, le regioni più a rischio e i numeri della campagna vaccinale

dose di un vaccino
dose di un vaccino (getty images)

In Lombardia c’è un impennata di contagi: si passa da 4.442 a 5.849 casi Covid. Anche in Friuli Venezia Giulia si registra un flebile aumento: 991 sono i casi accertati, ben 130 più di ieri. I contagi crescono anche in Piemonte da 2.086 a 2.322, ma il tasso di positività risulta in diminuzione dello 0,6%. In Emilia Romagna invece sono in salita entrambi gli indicatori: si passa da 2.155 casi a 2.845, con un aumento del tasso di positività di quasi due punti. Aumentano i casi anche nel Lazio che passa dai 1654 contagi di ieri ai 1800 di oggi, con un tasso di positività del 4,58%, in leggera crescita rispetto ai dati del 10 marzo.

Intanto la campagna vaccinale continua: sono 6.005.183 le dosi di vaccino ad oggi inoculate. Coloro che hanno ricevuto anche il richiamo invece si fermano a 1.803.693 persone. Segno, questo, che c’è bisogno di una forte accelerazione per poter raggiungere la tanto agognata immunità di gregge.