Vittorio Sgarbi rivela: “Lotto contro il cancro”. E sul Covid ‘spiazza’

La confessione di Vittorio Sgarbi sulla sua salute. Il critico d’arte lotta con un cancro, poi interviene sul covid: “Basta retorica”

Vittorio Sgarbi, sorride
Il critico d’arte Vittorio Sgarbi (GettyImages)

Gli interventi di Vittorio Sgarbi, si sa, non sono mai banali. E anche con la sua ultima uscita pubblica, il noto critico d’arte ha lasciato molti a bocca aperta. Con il suo pragmatismo infatti, Sgarbi ha rivelato – prima sui social e successivamente in radio – di avere un cancro ai testicoli. Con la sua solita dialettica pungente, il politico ha confessato a modo suo il problema, riattaccandosi alla crisi sanitaria causata dal covid.

Vittorio sarebbe stufo infatti della continua retorica sui medici e sul covid, medici che vengono appunto elogiati per il loro sacrificio nella lotta alla pandemia, anche se la gente avrebbe quasi dimenticato le altre malattie e patologie. “Ho avuto il covid e ne sono uscito da asintomatico – rivela – ma ho anche un cancro alle p***e e ancora non ne sono uscito”

LEGGI ANCHE >>> Vittorio Sgarbi, l’annuncio che tutti aspettavano: ora è UFFICIALE

Vittorio Sgarbi sul covid: “Ho superato il virus da asintomatico”

Vittorio Sgarbi Discorso Governo Draghi Video
Il critico d’arte Vittorio Sgarbi (Getty Images)

“Il mio medico mi ha detto che avevo gli anticorpi – ha raccontato in radio – non dovrò fare il vaccino per i prossimi mesi”. Così Sbargi è intervenuto in radio, sulla tematica sempre scottante del covid. Secondo il critico, che da inizio pandemia ha combattuto – tramite i suoi canali social – contro l’allarmismo e il pessimismo, l’attenzione della gente è stata per troppo tempo incanalata verso il virus, a discapito delle altre malattie.

Il politico ha infatti scoperto di avere un cancro ai testicoli, nonostante abbia rassicurato di stare bene e di non avere nessuna metastasi, ha preso l’argomento per portare sotto la luce dei riflettori tale problematica.”Basta retorica sui medici. Il medico deve stare in ospedale e curare i malati”, ha detto Sgarbi, che è anche intervenuto sulla morte del noto fotografo Giovanni Gastel, che il covid invece, purtroppo, non l’ha sconfitto.