Prandelli saluta la Fiorentina e commuove: “Dentro di me c’è un’ombra”

Improvvise sono arrivate nella giornata di oggi le dimissioni da tecnico della Fiorentina di Cesare Prandelli. L’allenatore, subentrato a Iachini lo scorso novembre, lascia dopo il ko contro il Milan. In una lettera lo sfogo personale.

Prandelli allena
L’ex allenatore della Fiorentina Cesare Prandelli – Getty Images

Della sua seconda avventura alla Fiorentina, ben meno gloriosa di quella di 10 anni fa, si ricorderà soprattutto la vittoria in casa della Juventus per 3-0, lo scorso dicembre. Cesare Prandelli lascia la panchina viola dopo esserne subentrato lo scorso novembre, quando prese il posto dell’esonerato Beppe Iachini. Al Franchi non c’è stata la svolta voluta da Commisso e auspicata dall’ex ct della Nazionale, tanto che ora la Viola galleggia al quattordicesimo posto con appena sette lunghezze di vantaggio sul Cagliari terzultimo.

Tante difficoltà e pochi guizzi in questi cinque mesi di permanenza al Franchi per Prandelli. Che oggi ha ufficializzato le sue dimissioni da allenatore, gesto che negli ultimi anni è diventato merce rara nel calcio professionistico. E in una lettera pubblica l’allenatore ha spiegato i motivi che l’hanno portato alla sua decisione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Grande gesto di Mourinho dopo il ko

Dimissioni Fiorentina, i motivi in una lettera

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ACF Fiorentina (@acffiorentina)

La lettera di Cesare Prandelli è stata pubblicata sul sito ufficiale della Fiorentina nel primo pomeriggio di oggi. Una lettera a cuore aperto quella dell’ex commissario tecnico della Nazionale, che spiega il motivo per il quale ha deciso di lasciare il suo incarico in pieno campionato. Pochi giorni fa la sconfitta interna contro il Milan. Prandelli ammette di aver sentito un disagio crescente negli ultimi tempi, che non gli ha permesso evidentemente di lavorare al meglio: “In questo momento della mia vita mi trovo in un assurdo disagio che non mi permette di essere ciò che sono”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ACF Fiorentina (@acffiorentina)

In questi mesi è cresciuta dentro di me un’ombra che ha cambiato anche il mio modo di vedere le cose” ammette l’ormai ex tecnico viola, che spiega come appena abbia avuto la sensazione di non poter lavorare al meglio “… per il bene di tutti ho deciso questo mio passo indietro.”